You are here: /

RIDE THE SKY: NEW PROTECTION

data

16/08/2007
70


Genere: Melodic Prog/Power Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2007

Uli Kusch ha lasciato i Masterplan. E vabbè, oramai ci siamo abituati all’idea e sembra che nemmeno la band di Roland Grapow ne abbia pagato più di tanto le conseguenze. Ma il buon Uli, che ci ha abituato a questi inaspettati split (Gamma Ray, Helloween e Masterplan nell’ordine), si rialza per l’ennesima volta e fonda i Ride The Sky. Al suo capezzale richiama Benny Jansson (Tears Of Anger) alla chitarra, Kaspar Dahlqvist (Dionysus, Stormwind, Treasure Land) alle tastiere, Mathias Garnås (Xsavior) al basso e Biorn Jansson alla voce il quale, guardacaso, oltre a cantare nei Tears Of Anger è anche colui che ha sostituito un certo Jorn Lande nei Beyond Twilight. Non c’è dunque poi tanto da stupirsi se vi dico che la proposta dei Ride The Sky si avvicina particolarmente a quella dei Masterplan dei primi due album, basti sentire un brano come “The Prince Of Darkness” per farsene un idea, dedicandosi ad un fedele Power/Progressive Metal di natura melodica con chitarre meno ispirate agli Helloween ma con un taglio più aggressivo. Questo “New Protection” risulta un lavoro ben congeniato, arricchito di pezzi d’indubbia validità come la titletrack, “A Smile From Heaven’s Eye” e “Far Beyond The Stars” i quali però pagano dazio per una personalità ancora non chiara che lascia scivolare via i brani senza lasciare il segno. Inutile stare a discutere sulla prestazione tecnica dei singoli e sulla qualità della produzione visti i nomi che ci troviamo a fronteggiare, questi Ride The Sky potrebbero diventare un nome “importante” se in futuro sapranno personalizzare maggiormente la propria proposta. Consigliato a tutti i fans dei Masterplan e della voce di Biorn Jansson, “New Protection” risulterà un piacevolissimo disco del quale però non tutti riusciranno ad innamorarsi. Un evidente e confortante segnale che Kusch, superati i quarant’anni, non ha certo intenzione di tirare i remi in barca…

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Lita ford slaughter club

LITA FORD
Slaughter Club - Paderno Dugnano (MI)

Corpetto in pelle nera e chitarra (la fedele BC Rich Russian Vodka che è comparsa in molti video clip) a tracolla: nonostante i suoi 62 anni, Lita Ford dimostra una grinta invidiabile, ma soprattutto una gran tenuta fisica e vocale da far invidia anche alle pi...

Jan 29 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web