You are here: /

Oz: Burning Leather

data

23/11/2011
51


Genere: Heavy Metal
Etichetta: AFM Records
Distro:
Anno: 2011

Correggetemi se sbaglio, ma sembra che oggigiorno le etichette discografiche cerchino di cavalcare l'onda del successo che ha investito vecchie glorie del passato a seguito di provvidenziali reunion, tirando fuori dal cassetto nomi ultra underground che nessuno si è mai filato di pezza e spacciandoceli per fondamentali. Nomi improbabili che di storico hanno solo il periodo da cui provengono. Ovviamente ci sono casi in cui i risultati superano abbondantemente le aspettative createsi viste le premesse (leggasi Hell con il loro ottimo 'Human Remains' di qualche mese fa), ma ci sono anche casi in cui (come con i qui presenti Oz) l'unico risultato che si ottiene è un sorriso beffardo in seguito al pensiero che se all'epoca non raggiunsero il successo sperato un motivo ci sarà pur stato. 'Burning Leather' vuole essere un po' il sunto della carriera di questi finlandesi, accogliendo al suo interno vecchi e nuovi brani accomunati da una genuina passione (almeno quella c'è) per il classico hard'n'heavy dei primi eighties, in un patchwork recante in dote echi di Diamond Head, Rainbow, Dio e Satan (sapete, per la par condicio), il tutto purtroppo assemblato in modo un pò troppo scolastico e privo di mordente. E' pur vero che qualcosa di buono sicuramente c'è (ad esempio "Turn The Cross Upside Down", che si aggiudica la doppia palma di miglior brano e peggior titolo del lotto), ma è come voler cercare il migliore in campo di una formazione di calcio che perde 5 a 0 in casa la partita della salvezza: perfettamente inutile. Produzione e artwork, infine, completano un quadro che, già in pieno fermento NWOBHM, sarebbe apparso sbiadito ed anonimo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web