You are here: /

MARC DURKEE: Remain In Stasis

data

26/03/2019
75


Genere: Progressive Rock
Etichetta: Unsigned/Asher Media
Distro:
Anno: 2018

Effusione d’amore, capo strofinato sulla spalla da fanciullo assonnato, sorriso dall’occhio sfuggente in cui la stanchezza diventa tenera manifestazione di voler restare insieme. Così vi parliamo della delicata e talvolta malinconica uscita discografica di Marc Durkee. L’artista propone un rock dagli sguardi progressive e dalle gestualità vagamente gotiche, un connubio tra Opeth più acustici e Katatonia, in cui la componente strumentale non viene appunto contaminata da distorsioni. L’anima rock del musicista è innegabile, come del resto il talento e la capacità di emozionare senza voler stupire a tutti i costi. Approcci di chitarra metal di scorgono all’orizzonte, momenti isolati dai quali poi ecco fiorire l’animo più sensibile di Marc. Ammettiamo di non avere molte notizie sul progetto, come del resto sulla carriera discografica (un Lp nel 2017 e due ep in passato), ma è chiaro come vi siano molte componenti di eleganza e competenza tecnica. Concentrandoci su ciò che ci interessa di più, cioè la musica, potremmo anche citarvi i Porcupine Tree e Radiohead, ma non vi è quel ciclico abbattimento che può tediare, bensì una sorta di vivacità che solletica anche chi non ama quel tipo di rock così grigio. 'Remain In Stasis' ondeggia dentro l’anima dell’ascoltatore, muovendo emozioni positive, ma rammentando anche ostacoli e negatività. Full-length incisivo, per nulla adagiato su melliflue melodie e in grado di dare una scossa anche a chi non ama il rock progressivo e passioni cupe. Ritornelli piacevoli, mai insistenti o banali, per un artista che per approccio vocale ricorda anche il mai banale Seal, in una chiave però decisamente meno pop. Parentesi e citazioni a parte, resta un lavoro convincente in grado di rapire l’attenzione di molti ascoltatori, conciliando anche gusti che non sempre paiono compatibili.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer cerberus

MONSTROSITY
Traffic Club - Roma

Un bill decisamente eterogeneo e con poco o nulla in comune se non la devozione all'arte del metallo pesante ad accomunarli. Monstrosity: death metal, The Devil: Industrial Doom, e Cold Snap: Djent/groove Metal. Ai Cold Snap pur...

Jun 14 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web