You are here: /

MARILYN MANSON: The Pale Emperor

data

18/02/2015
75


Genere: Industrial Blues Rock
Etichetta: Hell, etc.
Distro:
Anno: 2015

Dopo il deludente 'Born Villaine' del 2012, Marilyn Manson era atteso al varco con questo nuovo lavoro, il nono in studio, 'The Pale Emperor': è finita l’ispirazione, o ha ancora qualcosa da dire? Per fortuna sembra che abbia ancora molto da dire. I testi continuano ad essere un forte attacco alla società moderna, ma in chiave più personale dove la rabbia quasi onnipotente dei primi anni novanta cede il passo alla rassegnazione, ed a un po' di distacco di chi ha preso coscienza che, malgrado tutto, non è riuscito a cambiare il sistema in cui vive, e questo passaggio è testimoniato anche da un cantato che non è più quasi gridato, ma interpretato. Dalle prime note si riconosce subito che si tratta di un disco del Reverendo: mantiene qua e là un’impronta industrial, sempre fondamentale il ritmo fortemente cadenzato e portante del basso, è un album piuttosto orecchiabile, ma mai scontato in cui le tracce si susseguono in maniera piacevole con sonorità neanche troppo vagamente blues. L’album si apre con un tris di canzoni di forte impatto: "Killing Strangers", un blues elettronico che ipnotizza e che recita "abbiamo le pistole e uccidiamo gli estranei così non uccidiamo chi amiamo"; poi il secondo singolo "Deep Six", potente, ritmato, che rimane nel cervello e come terza il singolo di lancio "Third Day Of A Seven Day Binge" che già da qualche settimana aveva creato curiosità e attesa nei confronti di questo nuovo lavoro. Un'atmosfera cupa che ci proietta in un'ovattata dimensione del subconscio più che nella "baldoria" espressa nel titolo. La batteria di "The Mephistopheles of Los Angeles" ci riporta quasi alle sonorità degli esordi, ha un non so che di "Lanchbox". Da qui in poi sarà un ritmo dilatato, estremamente rallentato a contraddistinguere il resto dell’album. Non rimane quindi che vedere che impatto avrà 'The Pale Emperor' suonato dal vivo, quindi arrivederci al 17 giugno a Milano. Noi di Hardsounds ci saremo!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web