You are here: /

GERSON: IL MIRACOLO

data

19/11/2005
62


Genere: Rock
Etichetta: Tube Records
Anno: 2005

A 3 anni di distanza dall’ottimo disco d’esordio omonimo tornano i milanesi Gerson, forti di un contratto con la varesina Tube Records. La loro ultima fatica si intitola “Il Miracolo” ed è caratterizzata da una delle copertine più brutte degli ultimi anni, che di certo non invoglia all’ascolto. Rispetto al grezzo ma efficace artwork dell’esordio, stavolta il layout del disco è davvero eccellente (forse troppo, per i miei gusti), e si capisce che la casa madre ha intenzione di puntare molto su questi quattro ragazzi milanesi. Tale fiducia è però pagata a prezzo di un forte ammorbidimento sonoro, che da un punk rock grezzo e sporco (ma tanto affascinante) passa ad un rock italiano pulito ma molto incisivo, mantenendo ancora quella parvenza di grezzume che ne aveva contraddistinto gli iniziali (seppur magri) successi. “Il Miracolo” è musicalmente più vicino ai Negrita che al punk: si tratta di rock ‘n’ roll puro e semplice, basato sull’ottima produzione di Andrea “Grunt” Giudici (che io ricordo per aver lavorato con gli Skruigners in occasione dell’ultimo “2003”) e sui belli arrangiamenti dei fratelli Gerson alle chitarre. Il nero della copertina di 3 anni fa, sulla quale capeggiava solo il logo della band, è sostituito da un ben più rasserenante azzurro, sul quale questa volta compaiono i volti deformati dei quattro membri della band. Tale passaggio non è affatto da sottovalutare: spesso infatti la copertina è studiata apposta per dare un idea ai potenziali acquirenti di quello che potrebbero trovare all’interno del cd che si accingono ad acquistare, ed è proprio questo il nostro caso. Se la semplice e brutale copertina dell’esordio (che implicitamente citava il famoso logo dei Motorhead) ci lasciava immaginare un suono sporco, grezzo e aggressivo, la nuova cover scelta per “Il Miracolo” ci rimanda a sonorità ben più miti e decisamente meno aggressive, seppur non certo rilassanti. Detto questo, il disco è onestamente bello: come ho già detto, infatti, il livello compositivo dei Gerson rimane alto, seppur con un così radicale cambiamento di genere. Molto bella è ad esempio l’opener “Tua Madre è Preoccupata”, molto ironica e decisamente divertente, o la title-track, o ancora la polemica “Overdose Da Tubo Catodico”, molto critica verso l’odierna società teledipendente. Tuttavia nessuna delle canzoni presenti sull’album appare, almeno a mio modo di vedere particolarmente incisiva, tanto che il livello medio della produzione non raggiunge mai livelli memorabili. In definitiva, “Il Miracolo” è un disco suonato bene e prodotto bene, ma non è un capolavoro: è semplicemente un buon disco, composto da 11 pezzi di buon rock ‘n’ roll, ma nulla più. E soprattutto, non è punk. Un passo indietro che dai Gerson non mi sarei mai aspettato.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web