You are here: /

ENMITY: ILLUMINATIONS OF VILE ENGORGEMENT

data

11/09/2005
45


Genere: Brutal Gore
Etichetta: Permeated Records
Anno: 2005

Dopo una buona release come quella dei nostrani Wargore ero curioso di sentire cosa Permeated records avesse in cantiere per allietare i nostri padiglioni auricolari. Purtroppo l'opera seconda di questa giovane ma promettente label di Lecco è deludente sotto tutti i punti di vista. "Illuminations of vile engorgement" è monotono, ripetitivo, noioso e non riesce mai a far stringere i denti, dove invece i compagni di nefandezze Mortician e Devourment - tanto per citare due gruppi a cui gli Enmity si rifanno - riescono in pieno. E'un peccato perchè sembra di aver a che fare con una band che ha le capacità tecniche per poter creare qualcosa di più, non dico personale ma almeno vario e fantasioso, e butta tutto alle ortiche per risultare il più possibile brutale e marcia. Difficile trovare qualche elemento positivo: i pochi cambi di tempo non riescono nemmeno a storcere un capello e le accelerazioni non arrecano il dolore che ci si aspetterebbe da un gruppo brutal, nonostante Rob sia un batterista preciso e veloce. La voce poi si assesta su un gurgling disumano ma già dopo i primi due nano secondi finisce per stancare poichè non accenna minimamente a variare tono. Qualcosa da salvare volendo usare la lente di ingrandimento c'è: in primis la produzione, veramente azzeccata e capace di valorizzare quei rallentamenti che specie in "Rotten Divinity" e "Skinned Alive" (gli unici due pezzi che mi sento di salvare) riescono a far alzare per un attimo la palpebra. L'artwork (a cura di Joel dei Pyaemia) è sicuramente curato e ben realizzato e dimostra come la label si sia data da fare per supportare al meglio la band. Altro elemento positivo è l'effetto sorpresa di "Severe Lacerations", brano interamente eseguito con una chitarra classica, che fa intravedere come Chad sia un chitarrista con uno spiccato gusto melodico (tra le fonti di ispirazione cita perfino Jason Becker), nessuno si sarebbe aspettato un pezzo del genere dopo il caos dei restanti nove. In sintesi "Illuminations of vile engorgement" è un album che fatica a decollare e che sembra sia stato composto e registrato in brevissimo tempo senza la cura necessaria per poter far salire la voglia di riascoltarlo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web