You are here: /

DESDAEMONA: Starcrossed

data

24/05/2017
60


Genere: Symphonic Metal
Etichetta: Unsigned
Distro:
Anno: 2016

‘Starcrossed’ è l’album di debutto dei Desdaemona, band veneta attiva da qualche anno, prodotto dalla band stessa e pubblicato l’estate dello scorso anno esclusivamente per il pubblico italiano e finlandese, e disponibile in promozione solo ora. I ragazzi creano un discreto symphonic metal di stampo molto classico, in cui tutti i componenti fanno il loro onesto compito senza però osare soluzioni che facciano drizzare le antenne verso proposte più innovative. Il fare operistico della soprano Anna Holtz è molto accentuato, e talvolta alcune parole vengono pronunciate in maniera un po’ distorta, soprattutto quando le sue estensioni si appesantiscono, come se creassero dei nugoli d’aria nelle cavità orali che la impediscono di essere più stimolante. Il ritornello di “Iago” ne è una dimostrazione, sembra quasi che la Holtz sia monovocale, dimostrandosi scarsamente efficace. Gli arrangiamenti sono piuttosto discreti, pienamente nello standard consueto del genere. Non spiccano assolutamente per originalità, ed infatti difficilmente si riescono a trovare momenti di esaltazione. Riscontri piuttosto positivi si possono comunque scovare in linee di chitarra un po’ decisamente metal, altre volte più orientaleggianti di Mauro Tiozzo, e dalle buone ritmiche di batteria da parte di Matteo Frigo. Anche le parti di piano inserite in “Willow” e “My Magdalene” effettuate dalla stessa Holtz risultano interessanti, ed i brani in generale risultano abbastanza godibili, anche se rimangono inalterate le perplessità sulle parti vocali, con quel suono sin troppo ovattato e subacqueo. Potremmo trovare dei paragoni con band come i primi Nightwish per le intenzioni proposte, o come gli Edenbridge, che si relazionano ai Desdaemona per il fatto di proporre un metal sinfonico senza infamia né lode, dove poche volte si sentono linee effervescenti che fanno muovere il corpo. ‘Starcrossed’ è un disco che, molto probabilmente, vedrà spegnere il proprio interesse dopo pochi ascolti, con il timore che siano pochi margini di miglioramento e di evoluzione sonora, continuando a tirare un po’ a campare con i mezzi attuali a disposizione, ma soprattutto con l’attuale stato ispirativo. E allora, testa bassa e lavorare.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Brutal ass sez

BRUTAL ASSAULT FESTIVAL 2017
Josefov Fortress - Jaromer (CZ)

Due anni fa il MetalCamp in Slovenia, quest'anno il Brutal Assault, praticamente i due festival più a misura di fan disponibili sul mercato europeo. Troppo grandi e dispersivi i rinomati Hellfest e Wacken, troppo lontani quelli scandinavi, nell'impon...

Sep 18 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web