You are here: /

DARK MILLENNIUM: Where Oceans Collide

data

26/09/2018
77


Genere: Progressive, Doom Death Metal
Etichetta: Massacre Records
Distro:
Anno: 2018

I Dark Millennium sono una band fondata fra il 1989 e il 1990. Due lavori furono pubblicati, in piena era death, che godono ad oggi di ottima reputazione. I riscontri all'epoca non furono però quelli sperati, tanto da indurre i nostri, insieme all' interesse per altri generi musicali, a sciogliersi tra il 1993 e il 1994. Ventitre anni dopo lultimo full-lenght è stato pubblicato un nuovo lavoro, ed oggi, due anni dopo, questa release. Le radici non sono state abbandonate, siamo in presenza di un death che risente ancora di inflessioni thrash nel rifframa. Il cantato, lontano dagli estremismi raggiunti successivamente nel genere, è intellegibile, benchè gutturale, e fa pensare ad un Nick Holmes un po' sopra le righe, o ad certo melodeath scandinavo, At The Gates in particolare. Ma è il chitarrismo la parte piu interessante e spiazzante di questo lavoro: l'eclettico Hilton Theissen (che, dopo lo scioglimento dei Dark Millennium, si è dedicato e si dedica tuttora a due progetti electro indie-pop oltre a fare il produttore), e Michael Burmann cesellano un paesaggio sonoro vario, che prende in controtempo a piu riprese. La progressività del sound risiede in certi passaggi atipici per il genere con cambi di tempo inopinati. É davvero difficile inquadrare i nostri. Oltre ai già (indirettamente) citati Paradise Lost, anche il protoblack metal svizzero di Celtic Frost/Samael pre svolta industrial e Anael può palesarsi all´ascolto, cosi come il doom di certi My Dying Bride o addirittura il djent dei Meshuggah. Highlights: "Insubstantial" che, al quarto posto nella scaletta, è forse il momento in cui si coglie compiutamente l´originalità di questo lavoro per la prima volte e "Jessica's Grave", forse il pezzo sonicamente piu estremo. La dodicesima traccia fa storia a se, dodici munuti operatici a chiudere questo lavoro che non può davvero piacere a tutti, ma che merita attenzione. 

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web