You are here: /

DARK ARCHIVE: Cultivate Our Blood in Aeon

data

19/04/2018
72


Genere: Black, Death Metal
Etichetta: Inverse Records
Distro:
Anno: 2018

Primo Ep per i finlandesi Dark Archive, progetto che avanza senza remora verso l’ascoltatore, deflagrandone i timpani e spezzandone ogni schizzinosa esitazione. Le riserve potrebbero nascere dal tipo di sound preposto: black death metal blasfemo e con rari momenti di pausa. Nessuna sperimentazione, radi intervalli acustici che indubbiamente colpiscono e che diventano preambolo alle più macilente e serrate ritmiche. Parliamo di Behemoth, con spunti di Cradle Of Filth del passato e di Anorexia Nervosa. I nostri non disdegnano cambi di tempo cacofonici, con una mescolanza tra il più becero concetto di brutal e di nera fiamma. Il primo aspetto viene solo sfiorato, in quanto estensione del death, mentre il black è sempre punto di riferimento. C’è un non so che di gotico negli intrecci delle voci, trame che riportano alla mente gli inizi di Dani Filth & co. Cinque tracce di sound che riesce ad andare oltre alla definizione di animalesco, mostrando un certo livello tecnico da parte dell’unico strumentista Joakim Lindholm. Da sottolineare anche la poliedrica prestazione vocale di Niko Aromaa, in grado di sposarsi con sicurezza da un filone all’altro con “estrema” naturalezza. Spontaneità e vigore che sgorgano così da una sorgente di empia furia, cinque pezzi che fanno ben sperare per il futuro e dai quali il duo dovrà ripartire per crescere ulteriormente. Se sapranno dare quella pennellata di personalità in più, potrebbero raggiungere vette considerevoli. La durata complessiva del lavoro non permette di sbilanciarci più di così, anche se dobbiamo ammettere che lo scorcio di cielo riesce a far trapelare un “cupo luminoso” futuro. Complimenti.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web