You are here: /

BURNING WITCHES: The Dark Tower

data

04/08/2023
77


Genere: Heavy Metal
Etichetta: Napalm Records
Distro:
Anno: 2023

Queste svizzere, capitanate dall'olandese Laura Guldemond, giungono al loro quinto full-lenght. Questa prova in studio conferma alcuni aspetti già osservati dal sottoscritto durante la loro esibizione dal vivo dell'anno scorso: una indiscutible e appassionata adesione al genere e ai suoi stilemi, resa con una freschezza che l'età del genere stesso lascerebbe supporre di problematica realizzazione. Per quanto efficaci, le prime tre tracce "Unleash The Beast", "Renegade" e "Evil Witch" sono un po' troppo convenzionali, ma già con "World Of Fire" si può constatare come le Burning Witches padroneggino un po' tutto il metalrama tradizionale e non solo la più evidente vena priestiana. "Tomorrow", a parte la prestazione vocale sempre pregevole, è una ballad trascurabile, ma "The Dark Tower" sembra presa da un album dei Memento Mori con il suo esordio doomy, per poi procedere a ritmo cadenzato. Degna di nota anche "Arrow Of Time" con l'interpretazione che sembrerebbe rendere omaggio a Dio di "Holy Diver", a riprova ancora del fatto che la band ha "fatto i compiti" per bene, cosi come la trascinante ed epica "Into The Unknown" con bridge in minaccioso crescendo. Ultima menzione per la cover di Ozzy Osbourne "Shot In The Dark", in cui le elvetiche riescono a iniettare nuova linfa vitale, sopratutto con la energica prova della Guldemond. Come si evince da quanto detto, non tutti i pezzi sono riuscitissimi. Quelli più validi sono tuttavia davvero avvincenti, e anche di fronte a qualche banalità di troppo, nessuno dei brani è da bocciare. Nel complesso un lavoro valido, a tratti molto buono, che riesce ad essere fresco e vitale pur proponendo un genere inflazionato da decenni. Non è un merito da poco.  

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ghsez

GLENN HUGHES
Alcatraz - Milano

Un giorno potrò raccontare “io c’ero”. La sera del 22 maggio del 2024 è stato un evento memorabile. I fortunati presenti hanno potuto godere di una performance entusiasmante da parte dell’ex voce dei Deep Purple, senza tralasciar...

Jun 1 2024

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web