You are here: /

BLACK CANDY STORE: Back To The Wall

data

19/07/2010
68


Genere: Indie rock
Etichetta: 7Hard
Distro:
Anno: 2010

Dalla Francia un quartetto di musicisti che fonde amabilmente le asperità dei Pearl Jam più grintosi con il vintage e la melodia degli Stone Temple Pilots per un album d'esordio che, come tanti, attesta la volontà di cercare una propria identità archiviando prima di tutto il bagaglio d'influenze accumulato negli anni. Arno, Julien, Marco e Flo per questo start up non potevano che farsi aiutare da un'orecchio abituato a queste sonorità ed ecco la scelta (azzeccata) di lasciare mixare l'album a Dave Collins (Soundgarden, Ben Harper, Linkin Park) che aggiunge il suo tocco professionale ad un lavoro che ha tutte le carte in regola per farsi ricordare. Certo Arno non è Eddie Vedder, e Marco s'industria lodevolmente per seguire le orme di Robert De Leo, senza raggiungerlo, ma i pezzi ci sono e si bilanciano davvero bene tra le sonorità della band di Seattle e quella di San Diego. "Recall" sembra realmente un b-side di un lavoro di Vedder e soci, mentre la ballad seguente, "Wounded", si nutre della stessa melodia di un pezzo intonato da Weiland pur non avendo il tratto distintivo dato dalla voce unica del cantante californiano. Menzione speciale per "Bittersweet Euphoria" che ha i numeri per diventare uno di quei pezzi trasmessi dalle radio benedetti da quell'aura alternative che li risparmia dall'essere insopportabili o banali, ma classici da riascoltare nel tempo. Un alternative rock (qualcuno direbbe post-grunge) piacevolissimo, conciso come tradizione vuole e che funziona ascolto dopo ascolto. Collocabile tranquillamente tra 'Purple' E 'No Code'.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web