You are here: /

NEON SYNTHESIS: OUR EMPTY ROOMS

data

23/06/2006
81


Genere: Industrial Metal
Etichetta: Autoproduzione
Anno: 2006

Tornano a farsi sentire i bresciani Neon Synthesis, autori di un ottimo promo cd (recensito anche su queste stesse pagine sempre dal sottoscritto) un paio di anni fa e che giungono ora al primo passo discografico sulla lunga distanza, totalmente autoprodotto. Le coordinate musicali all’interno delle quali si muovono i quattro ragazzi sono sostanzialmente immutate; un metal moderno, futuristico, ricco di sonorità elettroniche e squisitamente ebm che si fondono alla perfezione con l’anima più metallica della band, che richiama spesso e volentieri numi tutelari come The Kovenant. A differenza della band di Lex Icon, i Neon Synthesis lasciano trasparire con più prepotenza tutto il loro amore per i suoni electro, caratteristica evidente fin dalla buona opener “Future Plague”; l’ottima e versatile prova vocale di Johnny Thyper rende il mix ancora più intrigante (con testi basati sulle opere di T.S. Eliot… finalmente un concept lirico originale e di spessore) facendo spiccare il volo a brani già di per sé impeccabili come “Solitude And Fear” che è anche il mio favorito del lotto, favoloso lavoro di synth, la depechemodiana “Stolen By The Wind”, “Awakening” e “Astral Coil”, anche se c’è da dire che è davvero difficile trovare punti deboli nei tasselli che formano il platter. Tirando le somme e contestualizzando, non si può certo dire che l’Italia sia messa male in quanto a realtà electro metal. A gente come Dope Stars Inc. ed Ensoph (tra gli altri) si accodano di diritto anche Neon Synthesis, che riescono là dove gli ultimi The Kovenant e gli imbarazzanti Deathstars hanno fallito. E’ giunta l’ora per le label di capire che l’orizzonte del futuro si può vedere anche da un paese tra gli ultimi posti nel grado di modernizzazione come l’Italia.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

IN MOURNING
Monk Club - Roma

Quello appena trascorso è stato uno dei weekend tra i più impegnativi della stagione finora trascorsa: Venerdì 4 maggio i Godflesh, Sabato 5 Lili Refrain, e Domenica 6 ci siamo trovati a dover scegliere tra i concittadini Inferno, oppure il tri...

May 19 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web