You are here: /

MIKE LEPOND'S SILENT ASSASSINS: Mile LePond's Silent Assassins

data

29/09/2014
62


Genere: Heavy Power Metal
Etichetta: Moonlight Productions
Distro:
Anno: 2014

Nell'attesa del piatto forte a produzione Symphony X il bassista Mike Lepond fra un impegno e l'altro con la band madre trova comunque il tempo per ritagliarsi uno spazio tutto suo arrivando così alla pubblicazione del suo primo lavoro in veste solista, con l'ausilio, fra gli altri, di Alan Tecchio vocalist attualmente negli Hades e nel passato più remoto con gli ottimi techno-thrashers Watchtower e la partecipazione anche dell'amico Michael Romeo come chitarrista, tastierista e batterista. Rispetto alla band capitanata dal duo Romeo/Allen le differenze sono comunque evidenti, in quanto la parte prog viene del tutto accantonata nella volontà di privilegiare la semplicità espressiva mantenendo inalterata l'intelaiatura di stampo metal. Nove tracce che spaziano in tutta tranquillità dall'heavy al power (per lo più di matrice U.S.) con una spruzzatina di thrash giusto per garantire un taglio aggressivo al sound. Il materiale tutto sommato si fa apprezzare, la tecnica certo non si discute, Alan Tecchio nonostante i tantissimi anni di lodevole servizio dimostra di godere ancora di una buona forma vocale riuscendo ancora a lanciare i suoi proverbiali acuti (anche se con minor frequenza rispetto al passato), ma ahimè non sono rari i momenti in cui la semplicità spesso traligna in banalità avvertibile spesso nei refrain fin troppo stereotipati. Pollice verso in primis per la ballad, terreno in cui la band non si trova certo a proprio agio con Alan Tecchio in evidente difficoltà interpretativa e per la lunga traccia finale "Oath Of Honor" che trasuda epicità fin dal titolo ma che si rifà in maniera pedissequa a ciò che combinavano circa trent'anni fa gli oramai derelitti Manowar.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web