You are here: /

DIGITALIS PURPUREA: EMOTIONAL DECOMPRESSION CHAMBER

data

10/11/2010
70


Genere: Industrial Electro Metal
Etichetta: Dreamcell11
Distro: Aural Music
Anno: 2010

Industrial corposo ed elettronico che non fatica molto a vestirsi di celluloide ed a fungere da colonna sonora per determinati generi cinematografici che abbracciano tematiche psico-oscure. Non a caso l'idea attorno cui ruoterebbe il concept del disco è quella di porsi come un'immaginaria soundtrack di "Strade Perdute" di David Lynch. Intento in parte raggiunto sul piano concettuale. Risultato che si ripete anche sostanzialmente su quello artistico: se si supera la dubbia pronuncia in inglese del cantato e rimandi troppo marcati a band come Nine Inch Nails e Die Krupps - loro sorta di versione più cadenzata e ragionata - Digitalis Purpurea (monicker che induce i più a diventare ridicolmente botanici della domenica), a tutti gli effetti one man band dietro cui si cela Pi Greco, piemontese, sforna un lavoro onesto che se osa poco e stagna in soluzioni ritmiche ed armoniche ripetitive, riesce allo stesso tempo a risultare piacevolmente disturbante grazie ad una vena gotica di fondo - nel senso evocativo e letterario del termine - che lo rende spettrale ed inquietante alla gradazione ideale. Sensazioni che restano immutate lungo tutto l'arco del disco che si perpetuano con una certa - troppa - insistenza, ma che sul finire si sciolgono con gli ultimi due brani, "Devote" e "Venus Eclipse", per divenire nenia sofferente attraverso malinconiche note di piano ed arpeggi acustici di chitarra che annunciano il tramonto dell'essere - o la sua definitiva sconfitta - quando i suoni e le melodie si fanno più umane, calde, e si perdono nel silenzio conclusivo che chiude "Emotional Decompression Chamber", lavoro decadente che stimola l'immaginazione e decompone lo spirito, ma che non affonda mai completamente il colpo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ministry sez

MINISTRY
Villa Ada - Roma

Il concerto dei Ministry è stato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate alternativa romana (se la memoria non ci inganna la prima volta nella capitale per gli americani), in concomitanza con l’uscita del nuovo disco che li ha visti to...

Sep 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web