You are here: /

WOLVSERPENT: Aporia:Kala:Ananta

data

10/03/2016
80


Genere: Drone Doom Metal
Etichetta: Relapse Records
Distro:
Anno: 2016

È un EP, dicevano. Tanto contiene un solo brano, dicevano. Che sarà mai, dicevano. Dicevano un sacco di cazzate. I Wolvserpent hanno iniziato con due brani da venti minuti l'uno, nel 2010 (andateveli a scaricare, sono sul loro sito in free download), e non si sono più fermati. Fino ad ora la loro opera più imponente è 'Perigaea Antahkarana' di tre anni fa, riuscitissimo tentativo di far espandere il drone nel metal, una delle cose più estreme e catartiche uscite quell'anno. Ecco, sembra fuorviante, ma ci sono caratteristiche della band di Michael Gira che ritroviamo anche in 'Aporia:Kala:Ananta', un fagottino di "soli" quaranta minuti. E sono i dischi come 'Soundtrack for the blind' o 'The Great Annihilator' ad essere richiamati, quelli più aritmici e corrosivi, nelle sezioni più dilatate. L'uso del violino è ancora più classico (nel senso di musica classica) che in passato, sentitelo come emerge dal catrame noise dopo i sette minuti. È tutto un crescendo emotivo e orchestrale, finché qualcosa si spezza, le rullate si interrompono e si ricomincia da capo. Il ritmo è dolente, condotto ancora dal violino di Brittany che vola in alto, protagonista come mai prima d'ora. I feedback iniziano a grattar via tutta l'elegia e la delicatezza dopo il quarto d'ora, cupi e decisi a farci perdere ogni speranza. Via di doom catacombale, come i Loss insegnano. Voci dall'oltretomba, inintelligibilmente demoniache, il toccasana per chi magari non ha apprezzato l'inizio del disco, insolitamente melodico. Sembra che i due compartimenti siano separati, ma attenzione: al ventottesimo minuto irrompono le tastiere e iniziano a diradarsi le tenebre. Certo, nulla lasciava presagire che dietro ci fosse qualcosa di ancora più maligno: l'essenza della dissoluzione è distillata nei dieci minuti conclusivi, con una lentissima discesa nell'oblio. Vince il dio del drone alla fine, roba che renderebbe orgogliosi i Sunn O))). Il formato più contenuto ha giovato dal punto di vista della fruibilità, termine da prendere con le pinze visto il genere trattato, ma certamente maggiore rispetto al predecessore. Siamo davanti a un'uscita di spessore, che rilancia le quotazioni della Relapse nell'ambito sperimentale del metal: fatela vostra, i due neuroni che avete nel cervello vi ringrazieranno e annegheranno nella pazzia.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web