You are here: /

SIN DEADLY SIN: FALL FROM HEAVEN

data

02/07/2013
71


Genere: Gothic Metal
Etichetta: Revalve Records
Distro:
Anno: 2013

Se c'è un genere inflazionato questi é proprio il gothic metal con voce femminile e tastiere che danno quel tocco industrial che non guasta. Il rischio è quello di affollare ancora di più un panorama denso e ribollente di molte band, in cui lo spazio diventa sempre più esiguo e le conseguenti (poche) vendite si riducono fisiologicamente ancora di più sia per la situazione nera che viviamo oramai da qualche anno, sia per via di proposte che, a volte, non sono così allettanti da far tirar fuori i soldini a chi invero non ne ha molti! Ma gli altoatesini Sin Deadly Sin non badano molto a questo e confezionano un disco d'esordio molto ben presentato, suonato e concepito, dentro al quale si nota la mano di chi, come la singer Roberta Staccuneddu e il tastierista Max Boi, ha già avuto un'esperienza importante con gli Evenfall. Gli arrangiamenti non sono lasciati al caso, tutto qui dentro scorre via bene, forse troppo, nel senso che di sussulti che facciano sì che una band come questa, devota a ReVamp o Tristania, possa stagliarsi fino ad avere la cercata visibiltà, ce ne sono un pochi, anche se l'accoppiata iniziale composta da "Take My Pain" e dal primo singolo, nonchè video "Your Heaven", già on line su queste pagine, crea una bella apertura con tastiere importanti che si crogoliano poi in ritmiche più potenti ed alla fine vengono irretite dalla suadente voce di Roberta; ma per trovare qualcosa che si distingua da questo pot-pourri di sympho-gothic bisogna arrivare a "Q.O.T.D.", pezzo più atipico non tanto per imprevedibilità, ma quanto per disposizione e sovrapposizione delle diverse parti, sia strumentali sia vocali. Altri pezzi degni di nota sono "Don't Sleep Anymore", che parte come ballad per poi evolversi in un pezzo più strutturato, "Moon Darkened Silence", facile all'ascolto ma accattivante, "Ophelia's Dream" abbastanza incalzante, "Left Alone" che inizia aggressiva, per poi chetarsi ed infine vibrare di nuovo grazie anche, finalmente, al lavoro di Mattia Mariotti che si ritaglia il posto per un bell'assolo, ed infine "From Your Lips", brano quasi interamente condotto dalla voce di Roberta che, senza esagerare, si pone tra Kate Bush e Tori Amos per espressività. A chiudere un disco che però deve servire ai Sin Deadly Sin come solida base su cui costruire qualcosa di più importante, qualcosa che dia quella carica dirompente che il genere potrebbe avere, ma che qui pare continuamente soffocata e solo poche volte lasciata fluire. Da segnalare che il disco era uscito lo scorso anno sempre via Revalve ed è stato rieditato a marzo 2013, speriamo che serva a rinfrescare il loro nome!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web