You are here: /

MONSTER MAGNET: Last Patrol

data

30/10/2013
70


Genere: Psych Stoner Metal
Etichetta: Napalm Records
Distro:
Anno: 2013

Chi scrive ha conosciuto i Monster Magnet con l'ormai terzultimo '4 Way Diablo' e ne riconosce i pregi, così come - a distanza di tempo - si possono sottolinearne i difetti se confrontato con la discografia precedente di Nostri. 'Mastermind', invece, è passato in sordina secondo una sorta di giustizia divina e invisibile che ha reso possibile l'oblio di tale album, un po' bruttino e non decisivo. 'Last Patrol' è il classico disco che risolleva di un pelo le sorti di una band scoppiata ed esplosiva, a tratti, anche nelle fasi finali della propria carriera. Sinceramente, non immaginiamo Dave Wyndorf che riesce a comporre, tra diversi anni, un album vitale e fresco. Descritti da molti come eredi degli Hawkwind in salsa stoner (ma dove?!?), hanno leggermente deluso le aspettative dei più esigenti, che cercavano il pezzo da novanta ad ogni costo. Finita questa concezione, i Nostri sono stati ridimensionati, e tra i gruppi da zona Champions (per usare un paragone calcistico) un album come 'Last Patrol' non passa inosservato. Innanzitutto, una certa prolissità, elemento che ha quasi sempre accompagnato i MM, non viene meno. Una tendenza a girare intorno a nocciolo della questione, che ci fa storcere un po' il naso nella seconda parte del disco. Continuano a cercare giri di accordi che possano stupire per i loro tocchi psichedelici e forti, e questo è un bene. La tensione sospesa di "I Live Behind The Clouds" fa da perfetta cerimonia di apertura, per la fantastica titletrack che in nove minuti ci fa assaporare tutta la rabbia, l'ispirazione, le sniffate di Dave e le corna cosmiche del mostro in copertina. Poi l'acustico che cede all'elettrico, l'elettrico che si fonde in martellate come "Hallelujah", ma è solo con la camaleontica "End Of Time" che si fa sul serio e si ha l'impressione che la band potrebbe svettare, se trovasse sempre le note e le parole giuste. Purtroppo non è così e ce ne facciamo una ragione. I fan apprezzeranno molto, gli altri non eccessivamente e continueranno a chiedersi se in fondo è una colpa non essere mai riusciti ad apprezzare a fondo gli autori di 'Spine of God' e 'Superjudge'.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Fpsez

FRANTIC PARTY 2021
Tikitaka Village - Francavilla al Mare (CH)

In un periodo di generale difficoltà ad organizzare eventi musicali che possano raggiungere una buona riuscita in termini di risposta del pubblico e di sostenibilità finanziaria, esiste per fortuna della gente che si rimbocca le maniche e con una sana d...

Aug 25 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web