You are here: /

ENSLAVED: In Times

data

11/03/2015
80


Genere: Progressive Viking Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Distro: Warner
Anno: 2015

L'apertura mentale è il punto di partenza e quello d'arrivo del discorso "Enslaved". Altrimenti col cavolo avremmo avuto tredici (!!!) dischi tutti diversi tra di loro, tutti avvincenti a loro modo, tutti amati indistintamente, tanto che ancora oggi rimetterli nello stereo è una scoperta, LA scoperta migliore per un ascoltatore, che ti fa pensare "ah ma allora non avevo capito una beneamata sega". 'In Times' è un album molto bello: nel solco tracciato da quell'impetuoso fiume in piena di 'RIITIIR' ora scorre un corso d'acqua più stabile e regolare, che tiene ben presenti le radici nel black e le trasfigura con tastiere epiche, pompose e melodie memorabili. Qualcuno direbbe viking, termine che odiamo, ma fa capire come Bathory sia una presenza necessaria anche dietro all'attuale e magnifico prog metal, risultato ultimo delle innumerevoli commistioni presenti nel sound dei norvegesi. Le quali, attenzione, sono meno ardite che nel passato più recente: ora vanno a formare più l'amalgama che delle sovrastrutture o degli abbellimenti. Per questo motivo, forse, chi li aveva lasciati con 'Vertebrae' (o addirittura con 'Ruun') perchè non riusciva più a seguirli, potrebbe ritrovare qualcosa di suo gradimento, come la traccia di apertura...anche se poi subito con "Building With Fire" verrà demolito dalla spettacolare voce pulita e dalla ritmica molto quadrata che la sorregge, portandoci alla mente un'altra pietra dello scandalo come "Phoenix", tratta dall'ultimo disco dei Satyricon. Gli Enslaved sanno benissimo che gran parte del loro pubblico è cambiato, rispetto ai glaciali esordi e se ne sbattono altamente, facendo nuovi proseliti ogni volta che muovono un dito, perché è lampante l'intelligenza che hanno dimostrato fino ad ora, nella loro sobria grandiosità (e anche scaltrezza: hanno saputo vendersi, mica fanno beneficienza). Quindi se già vi fa venire l'orticaria che un disco di camaleontico metal scandinavo (black, viking, con le treccine o senza, come preferite) abbia una copertina del genere, lasciate perdere. Temiamo che possa essere l'equivalente di 'Watershed' per gli Opeth, ma per ora preferiamo non pensarci e preghiamo Odino di portarci anche in Italia quel tour delle meraviglie che li sta facendo girare per gli USA con gli Yob.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web