You are here: /

YESTERDAYS WARRIORS: Il Thrash Più Becero (Parte II)

Thrash


 

In questo speciale vogliamo riportare alla luce delle piccole gemme del passato che, se ascoltate con gli orecchi di chi si è abituato a superproduzioni e tecniche mostruose, risulteranno fastidiose e pacchiane, mentre chi ha vissuto quegli anni e sa di cosa stiamo parlando, non potrà che gioirne, scapocchiando la canuta capigliatura. Inoltre, ricordatevi che è anche per questi gruppi pseudominori se ora abbiamo un panorama multiforme e altresì valido, percui fatevi un giretto tra il becerume e..."bang that head that doesn't bang!"

CARRION - Evil Is There! (Srilanca, 1986)
 
 
A metà anni ottanta, c'era un cospicuo fermento thrash in Europa, tra Germania, Inghilterra, Francia, Italia, Grecia e...Svizzera! Eh sì, i nostri vicini hanno dato i natali a Celtic Frost, Coroner, Messiah per citare i più famosi, ma hanno fatto una breve, clamorosa apparizione anche questi Carrion, autori di un buon speed thrash tecnicamente anche valido, a differenza dei cuginetti crucchi, che ai tempi erano abbastanza scarsi! Dopo il debutto "Evil is there!" del 1986, cambiarono nome in Poltergeist, diventando più tecnici ancora, ma perdendo in "marciume", per farvi capire di cosa stiamo parlando, ecco la traccia d'apertura, "Shark Attack".
 
'Evil Is There!' line up:
V.O. Pulver: Vocals, Guitars
V.C. Schafer: Guitars
Thomas Steiner: Bass
Walter Schafer: Drums


FLAMES - Made In Hell (FM Records, 1985)

Quando le distinzioni tra speed, thrash e black metal non esistevano ancora, c'erano dei gruppi che ci sguazzavano come maiali nel fango, è il caso dei greci Flames, ancora attivi tuttora dopo una breve pausa tra il 1998 e il 2001. Il loro debutto grondava marciume già dalla temibilissima copertina e, nonostante delle capacità tecniche discutibili e un'incisione al limite del vergognoso, riuscì a ritagliarsi una buona dose di notorietà nell'underground black di allora, salvo poi spostarsi sempre di più verso un thrash di matrice teutonica, cosa data dal fatto che due dei componenti erano (e sono ancora) tedeschi. Visto che di cose nuove, i Flames non ne pubblicano da ben vent'anni, andiamo ad ascoltarci l'opener "I'm Dressed In Black Suede".
 
'Made In Hell' line up:
Nigel Foxxe: Guitars, Vocals
Chris "R.B. Lee" Kirk: Guitars, Vocals
Andy Kirk: Bass
Ted Pope: Drums


MENTORS - You Axed For It! (Death Records, 1985)

Per un'altra testata, avevo definito il full lenght d'esordio dei Mentors 'You Axed For It!' grossolano ed ignorante, ma per tutto ciò che rappresenta(va) è stato un disco fondamentale come il successivo 'Up The Dose' del 1986. Perchè? Semplicemente andava contro perbenisti ed intellettuali, attirandosi gli strali del famigerato PMRC dell'altrettanto famigerata Tipper Gore, ancora adesso adoro questo disco dove convivevano thrash, punk, metal suonati con la tecnica che avrebbero potuto avere una band di Sherpa nepalesi, con titoli quantomeno espliciti come "Sandwich Of Love" - che si può ascoltare di seguito - o 'My Erection Is Over" e testi da Premio Pulitzer: "She´s a woman with no soul, she´s got a guy in every hole", trovate qualcosa di più becero e vi lascio il mio posto di indegno scribacchino!
P.S.: Il cantante e batterista El Duce è morto nel 1997 travolto da un treno, mentre era completamente ubriaco, poteva fare una fine diversa?
 
'You Axed For It!' line up:
El Duce: Vocals, Drums
Sickie Wifebeater: Guitars
Dr. Heathen Scum: Bass


S.D.I. - Satans Defloration Incorporated (Scratchcore, 1986)

Ancora 1986, anno in cui lo speed-thrash ha fatto sfracelli, allora esordivano i Satans Defloration Incorporated (S.D.I.) con l'album autointitolato, ennesimo esempio di concisione speed e ritmiche thrash con testi che andavano dalla guerra al sesso, dall'alcool alla denuncia come se niente fosse con la solita irruenza dei gruppi crucchi che andava un pò a mascherare alcune lacune tecniche. Pubblicarono altri due album entro la fine del decennio ed il quarto non vide mai la luce, oscurato dall'uragano grunge. Come parecchi altri gruppi di quel periodo si sono riformati recentemente per suonare dal vivo, ma sembra che dopo lo show del 3 Settembre, ci lasceranno ancora. Ecco la esplicitissima "I Wanna Fuck You":

'Satans Defloration Incorporated' line up:
Reinhard Kruse: Vocals, Bass
Franck Tiesing: Guitars
Ralf Maunert: Drums


WARFARE - Pure Filth (Neat Records, 1984)

1984, i Venom erano al massimo della popolarità e grazie anche a loro, tre ragazzi amanti dello speed metal sguaiato e "punkish", si ritagliavano il loro spazio in maniera fragorosa, cominciando una triade di nefandezze sonore grazie a questo 'Pure Filth', seguito da altri due album della stessa caratura, per poi perdersi e finire nell'oblìo nei '90s.  "Rose Petals Fall From her Face" chiudeva il disco con la partecipazione dei tre satanassi di Newcastle al gran completo...pura orgia sonora! P.S.: Il loro singolo d'esordio si apriva con la cover di "Two Tribes" dei Frankie Goes To Hollywood...
 
'Pure Filth' line up:
Evo: Lead Vocals, Drums
Gunner: Guitars
Falken: Bass

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Brutal ass sez

BRUTAL ASSAULT FESTIVAL 2017
Josefov Fortress - Jaromer (CZ)

Due anni fa il MetalCamp in Slovenia, quest'anno il Brutal Assault, praticamente i due festival più a misura di fan disponibili sul mercato europeo. Troppo grandi e dispersivi i rinomati Hellfest e Wacken, troppo lontani quelli scandinavi, nell'impon...

Sep 18 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web