You are here: /

WHITE SKULL: Under This Flag

data

12/06/2012
80


Genere: Power / Heavy
Etichetta: Dragonheart Records
Distro:
Anno: 2012

Elisa De Palma è una brava cantante. Così come il bistrattato Gus Gabarrò (insulsamente sottovalutato perchè "la band è fatta apposta per la voce femminile", giustificazioni dei fan che non stanno nè in cielo nè in terra). Semplicemente, i White Skull nell'ultimo decennio erano diventati una band meno "speciale" e più epica, più alla Rhapsody nell'ormai penultimo 'Forever Fight', perdendo molta aggressività heavy metal. Qualche tempo fa, però, la notizia che sinceramente non ci aspettavamo, ma che è stata una manna dal cielo per la band italiana: la sorellina è tornata all'ovile. Stiamo parlando naturalmente della storica cantante del gruppo negli anni Novanta, la Doro tricolore, Federica De Boni. Allora accogliamo felicissimi questo 'Under This Flag' che rilancia i nostri e ribadisce che tra le migliori band italiane il nome White Skull non sta lì per caso. Innanzitutto il cantato ritrova smalto, grinta, interpretazione magistrale di ogni singolo pezzo, da quelli più diretti ed essenzialmente rabbiosi a quelli più lunghi e composti da più umori, il comune denominatore è sempre quello: classe. Non c'è bisogno di sfoggiare tette e culi in copertina quando si ha una singer decisiva come questa. E pensare che molti colleghi maschietti cercano di sembrare dei castrati, mentre il cuore di cantanti come lei rimane ineguagliato. Dal punto di vista strettamente musicale si segnala - fortunatamente - un parziale ritorno ad un suono teutonico e quadrato, guitar oriented con un filo di tastiere ogni tanto, tanto con derive nel thrash quanto nel power melodico. La maestria e l'esperienza è tangibile quando notiamo che ogni singolo assolo è al posto giusto nel momento giusto, e cosa importantissima caratterizza ogni brano: siamo lontani anni luce dai solismi interscambiabili del power metal da supermercato. Ma stiamo parlando della coppia di asce Bar-Fontò, non dobbiamo stupirci. Le anime dell'album sono "Hunted Down" e la titletrack per il versante power, l'acceptiana "Red Devil", la melodica e atmosferica "A.O.D." e infine "Nightmares", un incantesimo a cui nessuno può resistere, una summa delle capacità della band in cui riff ora indemoniati ora melodici e aggraziati (uno più bello dell'altro) si intersecano con la significativa prestazione di una eccelsa Federica. Pezzo, quest'ultimo, da incorniciare. La copertina è quella che è, ma che ci vogliamo fare? Quando la musica è di una tale bontà chiudiamo volentieri un occhio e constatiamo che attualmente nell'heavy metal siamo una nazione veramente in forma.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

16729532 10155212891844925 3954847479024016350 n

HARDSOUNDS FESTIVAL 2017
Traffic Live - Roma

Roma, 13 ottobre 2017. Per quest’anno si è voluto fare le cose in grande per l’organizzazione dell’Hardsounds Festival. Il supporto organizzativo dato da figure quali eRocks Production, MVO Concerti ed Hellfire Booking Agency ha fatto in modo...

Oct 19 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web