You are here: /

ULTRA-VIOLENCE: Privilege To Overcome

data

08/05/2013
80


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Punishment 18 Records
Distro:
Anno: 2013

Siamo stati abbastanza severi nella nostra precedente recensione degli Ultra-Violence, sottolineando come, nonostante tutto suonasse molto potente e aggressivo, ci fossero a nostro avviso margini molto grossi di miglioramento, che la band potesse dire la propria in modo molto più personale che in 'Wildcrash'. Solo questione di tempo, quindi, non ci rimaneva che aspettare. E c'è da dire che l'attesa è stata minore di quanto ci aspettassimo e i risultati del primo full length del gruppo torinese vanno nella direzione di una crescita esponenziale, di una ripresa minima dei temi dell'esordio, trasportati in un contesto molto più maturo. Ma giovanissimi erano gli Ultra-Violence allora, giovanissimi sono ancora oggi. La classica copertina di Ed Repka è indicativa e ci introduce in un tornado di thrash che va dritto ad azzannare alla gola, nella licantropia della opener, che attacca con un riffing fitto fitto, fino a lasciarti esanime a terra. Si tratta di un disco che coinvolge dall'inizio alla fine (e pure oltre, visto che i lividi da pogo saranno tanti). Il colpo di grazia te lo dà la fucilata improvvisa che risponde al nome "You're Dead". Sì perchè dopo una collezione di thrash song articolate e massicce come un martello pneumatico nelle orecchie ti aspetti il classico arpeggio che spezza il macello... e invece ti ritrovi con Loris che vomita rabbia e tutti gli altri che sparano il numero thrash/hardcore. Le considerazioni generali che possiamo fare riguardano il drumming perfetto, mai prevedibile (come non citare il black metal nell'incipit del brano conclusivo?); riff che pescano dai Testament ultima maniera, Death Angel (naturalmente) e Destruction più demoniaci; un cantante che continua a dare spettacolo. 'Wildcrash' era un bolide lanciato a mille all'ora? Qui non solo c'è un siluro ancora più terremotante, ma c'è il lungo e inedito macigno "The Voodoo Cross", nove minuti di tensione ascendente, un sinistro mid tempo che nonostante la lunghezza considerevole non annoia mai. Infine, la cover degli storici conterranei della band, gli Ira, omaggiati con una "Metal Milizia" che sa di sentito ringraziamento a chi, con la passione innanzitutto, ci ha provato prima di loro. Potremmo descrivervi, insomma, ogni dettaglio di questo disco pieno di dettagli e particolari, ma preferiamo lasciare che queste ex promesse del thrash italiano vi devastino totalmente. Senza compromessi e con una verve paurosa. Ma -ripetiamo- per noi non è affatto una sorpresa.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web