You are here: /

TESTAMENT: DARK ROOTS OF THRASH

data

21/10/2013
80


Genere: Thrash metal
Etichetta: Nuclear Blast
Distro: Warner
Anno: 2013

L'importanza dei Testament nel panorama metal mondiale è sotto gli occhi di tutti, ma sopratutto nelle malandate orecchie di chi li segue fin dal lontano 1985, quando la band di Frisco uscì allo scoperto che ancora si chiamava Legacy, col demo che portava il suo nome, preludio all'invasione thrash che nei due anni seguenti avrebbe dato un seguito ai capolavori di Metallica, Megadeth, Slayer ed Anthrax. Ed è proprio da questi "Big Four" che, chi scrive non ha mai capito perchè il gruppo di Chuck Billy sia sempre stato escluso; due soli episodi deboli - 'The Ritual' e 'Demonic' - in una carriera quasi trentennale non giustificano l'assenza dei nostri dall'elite del thrash, ma queste sono disquisizioni che lasciamo approfondire sui siti di gossip-metal, qui si vuole solo celebrare l'ennesima prova di forza dei Testament dal vivo con una monumentale opera che consiste in un dvd e due cd, che catturano le immagini e l'audio del concerto tenuto al Paramount Theatre di Huntington, New York lo scorso 15 Febbraio. Dopo aver riunito la band originale nel 2005, una volta che il buon indianone ha sconfitto il maledetto cancro diagnosticatogli nel 2001, la band si è trovata di fronte alla defezione del drummer Louie Clemente, rimpiazzato da Paul Bostaph prima, ed ora dal mastodontico (in tutti i sensi) prezzemolo Gene Hoglan, ed una formazione così non poteva deludere le attese, riferendoci solo al supporto audio - il dvd non è fornito nella versione promo - il potente, tecnico e veloce thrash dei Testament ci investe senza soluzione di continuità grazie anche ad una sapiente "pulitura" dei suoni live - non ci è dato sapere ancora da chi, visto che nelle note fornite dalla Nuclear Blast non c'è nè produttore, nè qualsiasi altra nota - cosa che rende magari un po' asettica la resa sonora, ma ci dà per l'ennesima volta la prova della bravura tecnica dei nostri con Alex Skolnick sugli scudi, anche quando interpreta i pezzi del fenomenale 'The Gathering', in origine suonati da James Murphy. Gli incontentabili potrebbero obiettare che mancano pezzi da 'Souls Of Black' e da 'Low', o le classiche "First Strike Is Deadly" o "Apocalyptic City" dal fondamentale esordio 'The Legacy', ma si sa che col passare degli anni e l'aumentare di pezzi a disposizione, ne aggiungeremmo di validi vista la portata degli ultimi 'The Formation Of Damnation' e 'Dark Roots Of Earth'. Bisogna giocoforza escludere alcuni brani più datati, anche perchè affrontare più di due ore live con la foga che i cinque californiani mettono sul palco sarebbe un problema, non fosse altro che il tempo scorre anche per loro! C'è da augurarsi che si preservino comunque in questo stato di forma sia in studio, sia dal vivo, ancora per molti anni. Assistere ad uno show così coinvolgente è un'esperienza che va consigliata come terapia antistress, grazie a brani senza tempo come "Into The Pit", "The Haunting", "Over The Wall", "Disciples Of The Watch", ma anche alle più recenti "Do Not Resuscitate" o "Eyes of Wrath", fino ad arrivare alle giovanissime "More Than Meets The Eye","Native Blood" o "True American Hate"! Chi, diteci chi, li può solamente avvicinare in quanto a potenza e freschezza? Non si riesce a vedere nessuno...

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

SOEN
Orion - Ciampino (RM)

Appena metto piede dentro all'Orion e mi investono le note dei Wheel che già sono sul palco. Ricordo d'improvviso cos'è che mi spinge, anche ora che gli "anta" si avvicinano, ogni volta a superare il sonno e la stanchezza di settim...

Apr 11 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web