You are here: /

SORCERER: Sorcerer

data

18/11/2015
73


Genere: Epic Doom Metal
Etichetta: Hammerheart Records
Distro:
Anno: 1995-2015

Ci sono gruppi che meritano di essere riscoperti, e gli svedesi Sorcerer sono uno di questi. La loro prima parte di vita è stata breve ed anche poco intensa, dal 1988 al 1992 hanno prodotto due demo e poi sono scomparsi; il cantante Anders Engberg ed il bassista Johnny Hagel sono rimasti nel giro metal, il primo inizialmente con i Lion's Share, con i 220 Volt poi, ed il secondo con i Tiamat tra gli altri, ma dal 2010 hanno riunito le loro forze con nuovi elementi, e credendo fermamente che i pezzi scritti allora fossero tuttora validi, hanno ridato vita al gruppo che è anche arrivato all'agognato primo full lenght lo scorso marzo. Il cd in questione però non è l'autointitolato debutto su lunga distanza per i Sorcerer, ma la riedizione da parte della Hammerheart Records della compilation uscita originariamente nel 1995 e qui rimasterizzata, restaurata con un nuovo artwork ed aggiustata con pezzi differenti oltre a quelli presenti sui demo iniziali; siamo di fronte ad un ottimo esempio di quel doom epico che tanto ha fatto la fortuna dei Candlemass e degli strettamente collegati Solitude Aeternus, e che nei momenti più epici rispolvera anche gli sfortunati quanto bravi Veni Domine, il tutto in virtù di una prestazione vocale ispirata e di alcuni pezzi che, usciti solo qualche anno prima e non in pieno marasma grunge, avrebbero dato alla band la visibiltà meritata. E' chiaro che pur essendo rimasterizzate, queste versioni sono ancora un po' ingenue, e quelle risalenti al primo demo, anche poco energiche, a causa di un batterista poco potente ed un'incisione secca che non dava corposità. Forse è anche per questo che Anders Engberg e soci non hanno riesumato nessuno di questi brani per il debutto, affidandosi a composizioni del tutto nuove, ma per chi ha nel cuore le band citate sopra e vuole riscoprire una pagina che sembrava annerita di metal epico e drammatico, questa ennesima riedizione è un toccasana, non fosse altro perchè oramai tutte le versioni precedenti sono praticamente introvabili, e perchè ascoltare un trittico come "Dark Ages", "Far Beyond" e "The Battle", dove esce tutta l'enfasi oscuramente epica dei Sorcerer, è una goduria indescrivibile, completata dalla title track che, pur soffrendo dei difetti di cui sopra, resta sempre uno dei migliori pezzi che il genere abbia mai partorito. Bentornati!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ministry sez

MINISTRY
Villa Ada - Roma

Il concerto dei Ministry è stato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate alternativa romana (se la memoria non ci inganna la prima volta nella capitale per gli americani), in concomitanza con l’uscita del nuovo disco che li ha visti to...

Sep 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web