You are here: /

SLAP GURU: Cosmic Hill

data

10/12/2016
62


Genere: Hard Rock, Blues, Psych
Etichetta: Andromeda Relix
Distro:
Anno: 2016

Tante sensazioni accompagnano il solo scorgere da lontano 'Cosmic Hill'. Sarà forse un trippone psichedelico da brani infinitamente lunghi? E se fosse il disco solista di qualche bassista virtuoso? Oppure un bel raspone desertico e torrido? Nulla di tutto questo. La storia che ha portato alla formazione della band italo-spagnola è per giunta molto singolare, dato che gli incontri tra i componenti sono avvenuti proprio dietro l'angolo, a Kathmandu, in Nepal. Ecco, da questo punto di vista forse ci si aspettava qualcosa di più. Qualche influenza più decisa, qualche sbalzo di umore più netto. Invece con un po' di disappunto il blues è l'elemento dominante. È la croce di molti ascoltatori e la delizia dei musicisti più classici, che sopperiscono alla carenza di personalità con fughe dalla realtà che possono sembrare, se ne si abusa, vecchie come il cucco e francamente superflue. Gli Slap Guru su sei pezzi ne hanno un paio veramente buoni, ossia l'apertura hard rock spumeggiante e la progressiva e psichedelica cavalcata di "Wakanta". Quest'ultima in particolare è la più esaltante delle creazioni presenti in 'Cosmic Hill', quella che più concretamente si avvicina al titolo e alle sue suggestioni. Peccato che accanto a questo mezzo miracolo ci sia una serie di jam session stoner tendenti al blues molto standard, in cui non c'è neanche un briciolo della intraprendenza ascoltata in precedenza. Non si può neanche lontanamente dire che "I Turned Off" e "Best Wishes" sia pessime o inascoltabili, mentirei sapendo di mentire poiché -come dicevo prima- sono trucchetti sempre gradevoli che fanno scorrere i minuti senza patemi d'animo. Il cantato molto caldo di Valerio Goattin è l'ideale. Conclusioni simili comunica anche il successivo brano perché "Fighting With a Mirror" è solamente un po' più pompato e frizzante, cosa gradita, ma non riesce a rapire poiché dura giusto il minimo sindacale. Mangiarsi le unghie per l'occasione sprecata di "Ollin" è legittimo, perché poteva diventare un grandioso pezzo in crescendo e invece sembra che la fretta di concluderlo, ancora una volta, abbia addensato riff e idee in uno spazio troppo ristretto. Più vicino nel contenuto a una demo che a un debutto ufficiale, 'Cosmic Hill' è un'altalena qualitativa troppo pericolante che necessita di una grossa iniezione di personalità e di una scrittura più agile.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web