You are here: /

SIX FEET TALL: Six Feet Tall

data

01/11/2016
70


Genere: Post Hardcore, Noise Rock
Etichetta: Uà Records
Distro:
Anno: 2016

Arriva il promo nella mail. L'espressione "e chi cazzo so' questi?", dopo aver letto che si trattava dei Six Feet Tall, non ha fatto in tempo a materializzarsi sul mio volto perché la nostalgia mi ha sommerso. Un'ondata densissima, portatrice di pensieri, di storie e di uno spleen che manco nella traccia di apertura del disco. Sì che storpiano i Propagandhi. E lo fanno con tutti gli altri titoli. Il giochetto divertente se lo porta dietro Diego, che sta anche nei molesti Cayman The Animal, e prima ancora negli Ouzo (da lì la nostalgia, il loro 'Support...' del 2002 fu uno dei miei primi album in assoluto, comprato sul mailorder Negative, e mo basta che se no bisogna tirar fuori i fazzolettini). Se mi chiedevo perché 'Apple Linder' suonava più cupo di 'Aquafelix', che a sua volta era un po' più grigio di 'Too Old To Die Young', ora so (o almeno credo di sapere) la risposta, c'entra qualcosa lui. Qui suona anche la chitarra, mentre gli altri due sodali sono altri pezzacchioni dell'Umbria accacì, come il batterista dei Vento d'Ottobre (vado per tentativi e per associazioni visive) e il bassista degli A(Toll) -che a quanto pare si sono dati alla macchia, mannaggia a loro- e Northwoods, anche loro fuori con un freschissimo e altrettanto potente vinile per Uà Records. Sto divagando, ma fatemi prima lodare l'etichettina romana, che parrebbe napoletana dal suono prodotto leggendone il nome, la quale abbina in modo alquanto originale il disco a fumetti. Tornando ai Six Feet Tall, che fa piacere ascoltare perché qui noi metallari siamo gente da Six Feet Under, l'influenza degli A(Toll) è forse la più netta tra quelle delle esperienze pregresse, ma in generale siamo su territori diversi. Non metal, non hardcore diretto alla Ouzo, bensì disagio anni Novanta, tra Unsane, The Jesus Lizard e Fugazi, mischiati in un contesto un po' più violento. Come si dice? Tenere presenti i gruppi chiave, ma non scopiazzarli. Noise e post hardcore sono solo lievemente cromati, è un continuo scalciare, sferragliare, deragliare e sussultare. Per citare i Cayman The Animal in modo creativo, this goes on Hydra Head. O anche su Dischord. Merita attenzione. Beati quelli che iniziano ad amare la musica italiana con dischi del genere.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

22728964 1866395607022985 2785805382430835657 n

WUCAN + WEDGE
Spazio Ligera - Milano

Negli spazi nascosti della taverna dello Spazio Ligera a Milano, nella serata di venerdì 3 novembre, MartianArt ha assemblato una combo dai ritmi e dalle sonorità infuocate, grazie all’apporto di due band made in Deutschland che non fanno altro ch...

Nov 21 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web