You are here: /

SIMPLE LIES: NO TIME TO WASTE

data

23/01/2013
75


Genere: Hard'n'Heavy
Etichetta: Buil2Kill Records
Distro: Audioglobe
Anno: 2012

Guardando la copertina di 'No Time To Waste', album di debutto dei bolognesi Simple Lies, ci si potrebbe confondere, le due immagini raffigurate rappresentano l'iconografia del punk'n'roll da un lato e del prog metal dall'altro, strano vero? E allora meglio ascoltarlo per capire che cosa siano riusciti a mettere in note i nostri e così ci si confonde ancor di più, in questo disco coesistono l'anima dirompente degli Alter Bridge con l'attitudine e i riff dei Black Label Society, il tutto condito dalla voce di Rubb.O, uno che, già dall'aspetto che ricorda Rob Halford, sciorina una prestazione tipica del metal più classico, riuscendo in questa maniera a caratterizzare i pezzi in modo che si possa riconoscere il trade mark dei Simple Lies. E se l'inizio risulta titubante, dopo l'intro "Lasciate Ogni Speranza O Voi Ch'Entrate", "I Want You To Know" e "How Do You Feel?" sono talmente brevi da sembrare quasi troncate nel momento del decollo; si comincia poi col decollo grazie a "Cowboy Jimmy" e ai suoi cori azzeccati, a "1 2 3 FEAR!", trascinante e diretta come un treno, ed a "AppreciHated" che, oltre al bel gioco di parole, risulta potente al punto giusto, mentre la ballad "Like An Angel", che vede come ospite Roberto Priori dei Danger Zone è ben congegnata, ma un po' fuori luogo. Gli ultimi tre pezzi fanno parte di una trilogia intitolata "Novel Of Sorrow", dove si tratta del tema più tragico degli ultimi anni, la droga e la conseguente tossicodipendenza, grazie ad un feeling metallico oscuro ed inquietante che dà sfogo alla parte più dura della musica dei Simple Lies, e nella strumentale "Deadly Lullabye" raggiunge quasi i livelli del grande Re Diamante! Bel disco, magari non continuo, ma assolutamente sopra alla media grazie anche all'ottimo lavoro fatto alla console dallo stesso Priori. Da segnalare infine anche il contributo di Fabio Dessi degli Arthemis nella conclusiva "Here In This Nightmare", il vero e prorio picco di tutto il cd!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web