You are here: /

SHARKS IN YOUR MOUTH: Promises

data

29/12/2016
75


Genere: Metalcore
Etichetta: SG Records
Distro:
Anno: 2016

La cosa più brutta delle recensioni non è la stroncatura, come si potrebbe credere, per quanto crudele e stronza, bensì la malafede nel pompare certi prodotti fatti a capocchia, magari registrati nello sgabuzzino sotto casa, e cercare di farli passare per una sorta di ostia benedetta. 9/10, 10/10, applausi e genufelssioni a demo, a EP con difetti evidentissimi che poi genereranno complessi di superiorità e megalomania, con conseguenti insulti a chi sommessamente fa notare il contrario. Come mai poi non se ne sente più parlare? Come mai questi gruppi non vengono subito messi sotto contratto miliardario? Ma non voglio divagare troppo perché il voto lo state vedendo, è bello alto e rischia di passare ed essere inserito del calderone campanilistico e dai facili entusiasmi di cui parlavo poc'anzi. Quello che voglio dire è che gli Sharks In Your Mouth potrebbero essere benissimo utilizzati nei blind test. Fate ascoltare, a occhi chiusi, a musicisti, appassionati, tecnici del suono, questo 'Promises' e poi attendete un riscontro. Non potrà essere meno che positivo, a prescindere dal genere. In primo luogo non sembrano affatto degli esordienti perché si muovono lungo tutti i quarantacinque minuti come dei veterani, in secondo luogo non ti aspetteresti che un gruppo così preparato nella scrittura del brani e nell'utilizzo degli effetti e delle atmosfere classiche del metalcore più moderno venga proprio da una cittadina dell'Italia centrale. Beh, è un altro calcio in faccia a chi pensa di poter tracciare geografie e confini nel metal. Bisonga inoltre considerare e lodare il grandissimo lavoro in sede di produzione, di livello internazionale e per nulla innaturale o iper-pompata. Il moniker derivante da un pezzo degli I Killed The Prom Queen, le ospitate di gente di Breakdown of Sanity, Betraying the Martyrs e Fit for A King, la copertina: tutto lascia presagire (e poi nei fatti testimonia) un disco che non sfigura affatto rispetto a nomi ben più affermati del genere. I riff sono grossissimi, ai limiti del djent, e si intersecano alla grande con il contrasto tra voce urlata e melodica, senza dimenticare vari inserti di elettronica, che diventa la materia prima dello schiacciasassi chiamato Sharks In Your Mouth nella traccia finale. Carte in regola per sfondare? Non oso pensare a tanto, ma sicuramente il mondo sarebbe un posto ancora più ingiusto e iniquo se qualcosa in futuro dovesse andar storto per questa band, se dovessero sciogliersi domani senza raccogliere che un millesimo di quanto seminato. Tutti gli aspiranti musicisti dovrebbero prendere esempio da questi cinque squalotti marchigiani pronti a spolpare chiappe a destra e a manca.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Eoe

EAST OF ELI ft. CHYLER LEIGH
Traffic Live Club - Roma

Nel giugno 2017 avevamo avuto il piacere di assistere al primo concerto in Italia di East Of Eli (aka Nathan West) con la partecipazione di Chyler Leigh (Alex Denvers in Supergirl). Un anno dopo, il ritorno a Roma per EoeXtour

Jun 15 2018