You are here: /

SERPENTINE DOMINION: Serpentine Dominion

data

30/10/2016
60


Genere: Modern Death Metal
Etichetta: Metal Blade Records
Distro:
Anno: 2016

Ho perso le parole. Tutte quelle che, con una emozione fanciullesca, sembravano dovessero riempirmi la bocca dopo aver ricevuto notizia del primo lavoro dei Serpentine Dominion. Risale al 2012 l'annuncio che Adam, George e Shannon avrebbero unito le forze per un nuovo progetto. Quattro anni sono passati per sentire qualcosa. Avete visto, li ho chiamati per nome come fossero degli amici, e infatti sono tra i musicisti che più hanno dato al metal e ai metallari negli ultimi anni. Unire il ruffiano senso della melodia dei Killswitch Engage con il vocione del cantante dal collo più grosso al mondo, supportati da un mostruoso batterista: è un sogno che si avvera o un qualcosa simile al mangiare una tavoletta di cioccolato dopo averci spalmato sopra una scatoletta di pesto? Corpsegrinder è quello che ne esce meglio, ha una personalità e una capacità di "cannibalcorpsizzare" le canzoni che interpreta in un modo impressionante. Shannon Lucas esegue le sue solite mirabolanti evoluzioni, spingendo i novizi a commentare su Youtube "la canzone dura poco perché il batterista sarà stremato", senza tener conto che quanto fatto da questo ragazzo con i Black Dahlia Murder e tanti altri gruppi è di molto superiore a ciò che è contenuto qui dentro. Il chitarrista però è troppo invasivo, tutte queste melodie alla lunga stancano, sono sovrabbondanti, e lo si sente anche se i minuti totali non sono neanche trenta. Sembra che voglia solo dimostrarci che sa suonare veloce, tecnico e brutale, perdendo di vista le canzoni. Non ci sono troppi passaggi memorabili, non si va oltre una comprensibile curiosità a voler ascoltare come suona Corpsegrinder immerso in tutta questa melodia. D'altro canto Soilwork (sul versante death melodico) e Revocation (su quello technical) hanno scritto pagine ben più dense e interessanti di questo passatempo abbastanza inutile, che non aggiunge neanche un briciolo di interesse alle carriere dei personaggi coinvolti.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Vlad sez

VLAD IN TEARS
Exenzia Der Club - Prato

Sabato 3 febbraio, l’Exenzia Der Club di Prato accoglie i Vlad in Tears, con i Diesanera in apertura. La nuova ambientazione rinnovata nei suoi interni, con un palco rialzato tutto nuovo, contribuisce a rafforzare la posizione del locale come uno tra i migliori...

Feb 20 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web