You are here: /

SEAMOUNT: IV: Earthmother

data

09/01/2013
80


Genere: Doom Rock
Etichetta: The Church Within Records
Distro:
Anno: 2012

Zitti zitti i Seamount sono arrivati al quarto album. Per gli amanti del doom una bella notizia, ma a questo giro c'è altro. Sì perchè non di solo doom, in 'Earthmother', vive la creatura di Phil Swanson e Tim Schmidt. Chiamatela evoluzione, se vi pare, ma noi preferiamo parlare di questo riuscito disco come di una presa di coscienza. Semplicemente, i Nostri hanno capito che senza ampliare il proprio ventaglio di sonorità rischiavano di tediare presto l'ascoltatore. Un forte innesto di rock anni Settanta conferisce al platter sapori quasi esotici: saranno gli arpeggi frequenti che reggono la baracca, sarà la chitarra solista che li fa avvicinare a gruppi come gli UFO (in "Isolation" quelli post Schenker però), ma questo nuovo ciclo della creatura tedesco/americana è molto accattivante. Freschezza, insomma, per la maggior parte del tempo, con i brani migliori che sembrano tratti dal catalogo del miglior Ozzy solista e con strumenti perfettamente amalgamati, per una riuscita sonora che toglie sì impatto e cattiveria, ma si fa così calda ed avvolgente che è un piacere farsi cullare tra i lembi tracciati da ogni pennata, malinconica e fluida. Viene spontaneo citare la toccante "Echoes". 'IV: Earthmother' è un comeback che non deluderà chi riuscirà ad imbattersi in esso, nonostante il solito difetto atavico del gruppo, e cioè una certa prolissità, non sia debellato (la durata media dei brani si assesta sui cinque minuti abbondanti). Lascia perplessi la sezione chitarristica quando abbraccia uno stile che poco si intona con il mood generale del cd (la scontata "Aphrodites Child"), mentre divagazioni che li fanno sembrare dei Black Sabbath più languidi sono ben accette (la titletrack). Entra in circolo lentamente, ma si rivela presto una sorpresa da assimilare con gusto.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web