You are here: /

SCREAM ARENA: SCREAM ARENA

data

29/05/2014
45


Genere: Hard Rock
Etichetta: Mighty Music
Distro: Audioglobe
Anno: 2014

Partiamo da un presupposto: è vero che le label di solito esagerano nel pompare i loro gruppi, ma qui abbiamo veramente sforato il limite. Passi per il ricordo di ciò che la terra d'Albione ha proposto nel passato - la Mighty Music cita dai Rolling Stones, ai Queen, fino ai Def Leppard e gli Iron Maiden - ma da questo a dire che i qui trattati Scream Arena prendono un po' di tutto questo, beh, permetteteci di trattenere un risolino sarcastico! La band esordisce con un'album che sfoggia hard rock cromato, sempre in bilico con l'heavy più melodico, a volte un po' teatrale, sulla scia di quanto fatto dal grandissimo Alice Cooper, ma le cose positive finiscono qui e la colpa è tutta, ma proprio tutta del (?) cantante Andy Paul, un tipo che il microfono dovrebbe scordarselo e trasferirsi in Cornovaglia a pascolare i greggi; estensione vocale: zero; espressività: zero; personalità: meno uno. Vi basta? Questo tipo gracchia dall'inizio alla fine su un registro talmente basso che si fa fatica a distinguere che la sua sia voce, e non un fastidioso ronzìo di fondo. Esclusa questa ultima ipotesi, si capisce che il buon Andy è del tutto incapace di caratterizzare un genere che ha sempre avuto dei singer fantastici; visto che i pezzi presi dal punto di vista musicale funzionano quasi tutti, se si esclude l'inadatta cover di Elvis "Heartbreak Hotel" e "Somewhere" del tutto inconcludente, bisogna assolutamente pensare di cambiare cantante per rivalutare pezzi azzeccati come la bomba di opener "Born Ready", la semiballad "Racing To The End Of The Night", la quasi darkeggiante "House Of Pain" - ed è qui che si sente lo spirito del grande Alice - e la sintomatica "Goodnight LA", di facile presa, starebbe benissimo sulle radio di Cadillac sfreccianti sul Sunset Boulevard, se non fosse per il malcapitato Andy. Spiace sempre stroncare una band, ma qui gli errori sono talmente evidenti che non si può farne a meno, e non basta la supervisione di un guru come Paul Sabu a risollevarne le sorti!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web