You are here: /

SCORNAGE: ReFEARance

data

01/09/2012
60


Genere: Thrash Death Metal
Etichetta: Massacre Records
Distro:
Anno: 2012

La calma è la virtù dei forti, ma è pure vero che perseverare è diabolico. Non continuiamo così per tutta la recensione, anche se gli Scornage, per come hanno confezionato questo ennesimo album, se lo meriterebbero. Con citazioni su citazioni, esattamente come ci aspettiamo la pensionata che in attesa dal medico ci dice che questa estate è calda e che non ci sono più le mezze stagioni, così il gruppo tedesco imperterrito continua sulla stessa identica strada dal lontano 1998. Ovvero, un thrash suonato a volume altissimo con una cospicua dose di death svedese. Non il massimo dell'originalità sin dal principio, la militanza ultradecennale evita che i Nostri siano dei ragazzini revivalisti qualsiasi (e si sente a tratti), ma col passare del tempo sembra che il loro stile stia diventando sempre più ripetitivo. D'altronde, quattro album sono un tempo più che sufficiente per una anche minima evuluzione. Invece niente. Siamo alle solite, nulla di formalmente sbagliato o fuori luogo, tutto scorre liscio (e in un genere così dei sussulti sarebbero graditi). Riff melodici e di scuola svedese sono taglienti come quelli di In Flames o At The Gates, ma il fattore thrash gioca una importanza principale in questa band, tanto che andiamo più sui territori dei Dew-Scented. La voce assai aggressiva, tra growl e scream, lascia ben poco da dire, i Kreator degli ultimi anni sono richiamati spesso. Come detto, l'album scorre via e lascia ben poco sulla sua strada, se non un alone e l'impressione che la copertina ci stia proprio bene con l'esplosiva musica del cd. Non dimentichiamo che -a parte la durata proibitiva di cinquanta minuti per un disco del genere- ci sono diverse cose che funzionano: "Coming Back", ideale estratto da 'Violent Revolution' del gruppo di Mille Petrozza, che si lascia andare al blast beat, un po' di accenti e di groove metal qui e lì, e la lancinante voce in "Stabbed Again". Ma comunque sono qualità che si dimenticano abbastanza facilmente appena passati ad un altro ascolto.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web