You are here: /

SAMSON: Survivors

Diss056cdd

data

22/06/2017
70


Genere: Hard Rock
Etichetta: Dissonance Productions
Distro:
Anno: 1979/2017

Probabilmente il nome Samson non dirà molto alla maggior parte di voi fruitori di scritti metallici, e allora arriva il vecchio scribacchino borchiato a darvi delucidazioni. Questa era la band del chitarrista e anche cantante a più riprese, Paul Samson, uno che arrivava dalla vecchia scuola hard blues e che, affascinato dalla nascente NWOBHM, si era buttato nel calderone sfornando album più che dignitosi come questo 'Survivors', esordio della band targato 1979 che vedeva assieme al chitarrista londinese e appunto in questo album, cantante, il bassista John McCoy, che ha fatto parte tra gli altri, della band di Ian Gillan e il batterista Thunderstick, un pazzo mascherato che suonava all'interno di una gabbia. Ma non era finita qui, anche se le parti di basso le registrò appunto McCoy, il bassista accreditato e ritratto anche nel disegno di copertina era Chris Aylmer, inoltre in questo disegno c'era anche un quarto componente, precisamente un cantante che entrò a far parte della band solo dopo la registrazione dell'album e costui era nientedimeno che Bruce Dickinson! Ma torniamo all'album, ora ristampato dalla Dissonance in versione digipak con ben nove bonus tracks, due delle quali facevano parte dell'ep del 1984 'Mr. Rock'n'Roll' con Paul alla voce e le altre erano le sette canzoni dell'album con Bruce alla voce - ricordiamo che l'unica non inclusa come bonus è la strumentale "Koz" - , nella versione originale si sentiva il gusto hard blues di Paul, aiutato dalle tastiere di Colin Towns, anche lui con Ian Gillan, grazie alle interpretazioni sentite e sofferte alla voce, ma anche al notevole lavoro con la sua Gibson, assoli fatti con gusto, feeling e tecnica - non eccelsa, ma non serviva - come pochi, praticamente una versione degli Iron Maiden più hard; ricordiamo infatti che la connessione con la band di Steve Harris era dovuta anche al fatto che Clive Burr faceva parte della prima incarnazione dei Samson e contemporaneamente Thunderstick era nei Maiden, inoltre le band si ritrovarono spesso negli stessi studi durante le registrazioni dei loro primi album. Le canzoni non sono fondamentali nella carriera dei Samson, ma la galoppante opener "It's Not easy As It Seems", la bluesy "I Wish I Was The Saddle Of A Schoolgirl's Bike" - titolo da applausi a piene mani! - la sofferta "Tomorrow Or Yesterday", che ricorda da vicino "Remember Tomorrow", pubblicata l'anno successivo sullo storico esordio dei Maiden - quindi sarebbe più giusto dire il contrario - e l'interessante strumentale "Koz", valgono l'acquisto del disco, se poi aggiungiamo le versioni chiaramente più energiche con Bruce alla voce - e che voce ragazzi! - sborsare qualche euro per questo dischetto ottimamente realizzato dalla Dissonance, diventa un'operazione praticamente obbligata. Vero è che, rispetto all' originale, la rimasterizzazione non fa la differenza, rimane solo un pò più di "pulizia" nel suono, che di per sè non era già caotico anche nel 1979, ma è vero anche che 'Survivors' non fu un album che venne tramandato ai posteri, sia perchè non tradizionalmente metal per i tempi, sia perchè compositivamente ancora un pò acerbo, allora in quest'ottica, l'operazione di recupero e di accostamento ai due classici usciti nei due anni successivi con Dickinson alla voce - che qui si faceva chiamare Bruce Bruce, nomignolo inventato dagli altri membri della band - ridà spolvero ad un disco comunque sottovalutato e avrebbe fatto piacere anche al povero Paul, che oramai ci ha lasciati da quindici anni a causa dell'ennesimo, stramaledetto, tumore, soprattuto perchè gli avrebbe restituito un po' del maltolto che la sfortuna gli ha tolto.

P.S.: Anche in questo caso, come per i Jaguar, i brani qui di seguito, non sono rimasterizzati, ma servono solo a dare l'idea di come suonassero i Samson a quei tempi.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aerosmith2

AEROSMITH
Ippodromo del Visarno - Firenze

L’Aerovederci Tour sbarca così anche a Firenze il 23 giugno, capoluogo di altri importanti festival di quest’anno. Gli Aerosmith sono tornati nel nostro Paese per far divertire e far cantare il pubblico in una sera d’estate fiorentina in occa...

Aug 15 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web