You are here: /

ROCKRACE: VALKIRJA

data

13/10/2012
80


Genere: Hard rock
Etichetta: Unsigned
Distro:
Anno: 2012

Quando é arrivato in redazione 'Valkirja', secondo album per i teramani Rockrace, si è capito subito a cosa si andava incontro già dall'immagine in copertina, cioè una bella foto in bianco e nero che ritrae un palco con l'asta del microfono, la batteria, i monitor e i Marshall: più essenziale di così non si può! Eh sì, perchè la musica sparata fuori dai microsolchi di 'Valkirja' è hard rock, essenziale hard rock senza fronzoli, in your face, come solo dei rockers navigati sanno fare; si sente che i ragazzi hanno un background che riporta alla magica decade settantiana, da quel periodo pescano a piene mani nel vortice creato dai Rolling Stones, ma anche dall'hard-blues degli Whitesnake di quel periodo (cioè quelli veri!), poi tirano diritti verso gli eighties e vanno a braccetto con i Guns N'Roses. Quando attacca "In The Beginning" si nota subito la notevole importanza che i quattro danno all'impatto e all'attitudine, il riff portante é tanto semplice quanto coinvolgente, mentre il basso pulsa vibrante a sostenere il frenetico e preciso lavoro di Glauco Di Sabatino, uno che ha collaborato con Antonella Ruggiero e Fabio Concato tra gli altri, e quando subentra il nuovo vocalist Rudy Baiocchi il quadro é completato: lui graffia, sussurra, aggredisce con una voce "alcoolica" che sa tanto di locali pieni di fumo e baristi incazzosi. Magari al primo impatto non sembra così, ma l'espressività blues del buon Rudy é il valore aggiunto per questa band! Indubbiamente c'è una certa staticità nel songwriting, forse dovuta al fatto che tutti i brani sono stati scritti da Gambacorta e Baiocchi, ed alcune soluzioni tipo "Hole In My Soul" sembrano un pò sempliciotte, ma tutto sommato la stragrande maggioranza del cd vola alto, grazie anche ad una produzione potente ed equilibrata, curata dalla stessa band insieme a Emanuele Perilli e Igor Piccioni, gli stessi che hanno registrato 'Valkirja' agli MML Studios di Alba Adriatica. La palma dei brani migliori vanno alle ultime due validissime "Walk On By Myself" e "Wide Hips 69", la prima inizia tranquilla, quasi cantautorale, salvo poi evolversi in un hard avvolgente dove l'accoppiata Rolling Stones/Guns N'Roses si sente smaccatamente; mentre la seconda inizia con un piglio quasi da NWOBHM l'interpretazione vocale ricorda il Blaze Bailey di maideniana memoria. Buone anche "I Hate The World" dove il serpente bianco si avvinghia sulle note, e la sostenuta "Too Bad", hard-street a manetta! C'è lo spazio anche per una semiballad malinconica e canticchiabile al tempo stesso, "To Love And Hate", altro episodio dove si tocca l'argomento amore-odio ricorrente in tutto il disco. Concludendo, c'è spazio ancora per dischi di questo genere, e finchè ci saranno band così genuine, testarde piene di spirito rock, questa musica non morirà mai, per la gioia dei nostri malandati padiglioni auricolari!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dhoa1

DARK HORIZON OPEN AIR 2020
Gartenfelder Strasse 28 - Spandau, Berlino

Il weekend partito il 10 luglio era stato pensato per il Castle Party di Bolkow (Polonia) che pareva avrebbe avuto luogo nonostante tutta la situazione relativa al coronavirus. Anche il Castle Party ha infine rimandato all'anno prossimo come cosi tanti altri fest...

Jul 22 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web