You are here: /

PRONG: X - No Absolutes

data

29/02/2016
76


Genere: Thrashcore
Etichetta: SPV
Distro:
Anno: 2016

Rieccoli(o), la creatura di Tommy Victor ritorna e lo fa udite, udite senza cambiare line up, avvenimento di una rarità indescrivibile, ma a parte queste amenità sembra che il buon Tommy sia un po' rinsavito, e che finalmente si sia tirato fuori dal pantano in cui era caduto col precedente 'Ruining Lives'. Certo come abbiamo già scritto in occasione della recensione dell'album di cover 'Songs From The Black Hole', i tempi in cui i Prong davano lezioni di thrash/crossover a Pantera, Korn, Machine Head e Fear Factory non torneranno mai, album come 'Prove You Wrong' o 'Cleansing' sono irripetibili, ma sembra almeno che il riffing tagliente ed ispirato sia tornato nelle corde di Tommy, oltre ad una rinnovata vena thrashcore che non sentivamo dai tempi di 'Beg To Differ'. Ma a Tommy e nuovi compagni piace spiazzare, per cui nell'album più ispirato del nuovo corso dei Prong incominciato con la riformazione del 2002, troviamo addirittura due ballad (!), chiaramente fatte alla loro maniera -  mica sono diventati gli Scorpions - ma ricche di pathos, soprattutto "With Dignity", un po' meno la deboluccia "Do Nothing", nelle quali si denota che la voce del buon Tommy sia migliorata esponenzialmente rispetto alla monocorde esibizione di album discutibili come 'Rude Awakening' o 'Scorpio Rising', il che differenzia in maniera positiva anche i pezzi più trascinanti come l'opener - al solito piena di groove - "Ultimate Authority" che non avrebbe sfigurato nel già citato 'Beg To Differ' o la successiva "Sense Of Ease" che risfodera il furibondo hardcore di 'Primitive Origins', sostenuta da un riffing vario ed incisivo. Ma non ci si ferma qui, altri episodi sono degni di nota, vedi il thrash cadenzato di "Cut And Dry", o la melodia malata della title track che ti si stampa nella sezione cerebrale dedicata ai gruppi superiori, vero che "Belief System" può essere un pò anonima, ma basta arrivare a "Soul Sickness", sorretta da una sezione ritmica degna dei bei tempi per riprovare le emozioni di quel wave metal di cui i Prong sono sempre stati portabandiera, infine va citata "Worth Pursuing", dove un riff di metal classico va ad infrangersi su un muro di groove immane. Non è solo questo a far sì che 'X - No Absolutes' sia il miglior disco dei Prong dai tempi del già citato 'Cleansing', una menzione particolare va alla cover, uno spaccato sulla guerra e suoi orrori che sa tanto di Napalm Death e anni novanta. La cosa più rilevante che interessa noi miseri fruitori di musica estrema è che questo decimo album in studio - undicesimo se si considerano anche i furiosi venti minuti di 'Primitive Origins' - dei Prong fa venire la voglia di essere rimesso sul lettore più e più volte, segno che si tratta di un'opera non indifferente - cosa che ad esempio non è più capitata a chi scrive per il già citato 'Scorpio Rising' - e che di artisti che hanno ancora idee valide e le assemblano al meglio, sfruttando anche una certa esperienza, ce ne sono e prima o poi te le spiattellano in faccia, ricordandoti che il trono sul quale si sono insediati parecchi anni fa, è ben lontano dal cadere!

N.B.: Al link di Souncloud si può ascoltare "Cut And Dry"
 

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Col

CULT OF LUNA + BRUTUS + A.A. WILLIAMS
Alcatraz - Milano

Sarebbe stato a dir poco entusiasmante poter assistere ad un live dei Cult of Luna assieme a Julie Christmas, i quali hanno costruito insieme quel gioiello che è stato l’album ‘Mariner’. Purtroppo, questa collaborazione si è tradotta i...

Dec 6 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web