You are here: /

PRONG: Songs From The Black Hole

data

09/04/2015
65


Genere: Thrashcore
Etichetta: Steamhammer/SPV
Distro:
Anno: 2015

Anche i Prong si abbandonano ad un'album di cover. Oramai Tommy Victor, che cambia a suo piacimento la line up - ancora una volta diversa dall'album precedente - decide in totale indipendenza cosa farne della sua creatura, resuscitata nel 2002 e mai più ritornata agli eccelsi livelli raggiunti nella prima parte della carriera, così si sbizzarisce facendo conoscere al pubblico quali sono le influenze di una band tanto valida, quanto multiforme. L'operazione è degna di nota in quanto si riportano alla luce gruppi fondamentali come Discharge, Adolescents, Husker Du, Black Flag, Fugazi e Bad Brains in ambito punk/HC, The Sisters Of Mercy e Killing Joke per quanto riguarda la dark wave, infine i deviati Butthole Surfers in ambito noise. Sinceramente non capiamo invece cosa possa aver portato al sound dei Prong uno come Neil Young, qui citato con la ballad "Cortez The Killer" da 'Zuma' del 1975, forse è uno scherzetto di Tommy, ma da lui ci si può aspettare questo ed altro. Dicevamo come fosse valida un'operazione del genere e quanto sia fedele la riproposizione dei pezzi da parte di quest'ultima incarnazione dei Prong, quella più asettica ed impersonale, cosa che influisce anche nell'ascolto delle cover, centrata sui pezzi più violenti - "Doomsday" e "Banned in DC" - e sul post punk/dark wave di "Seeing Red", ma indifferente per tutti gli altri ai quali preferiamo sinceramente gli originali, soprattutto sui The Sisters Of Mercy e Butthole Surfers, a dimostrazione che questa incarnazione dei Prong non è minimamente accostabile a quelle dal 1986 al 1997. Sufficenza stiracchiata quindi, cosa che da una band come quella di Tommy Victor si fa molta fatica ad accettare.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Col

CULT OF LUNA + BRUTUS + A.A. WILLIAMS
Alcatraz - Milano

Sarebbe stato a dir poco entusiasmante poter assistere ad un live dei Cult of Luna assieme a Julie Christmas, i quali hanno costruito insieme quel gioiello che è stato l’album ‘Mariner’. Purtroppo, questa collaborazione si è tradotta i...

Dec 6 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web