You are here: /

PRONG: Ruining Lives

data

07/05/2014
65


Genere: Post-Thrash Metal
Etichetta: SPV Steamhammer
Distro: Audioglobe
Anno: 2014

Per chi scrive, Tommy Victor è (stato) uno dei più grandi creatori di riff degli ultimi vent'anni. Questo non vuol dire che poi dal riff si sappia costruire un canzone, e al Nostro è già successo qualche volta di incartarsi o andare a finire in vicoli ciechi. Ciò non toglie la qualità immensa di lavori come... tutti quelli pubblicati negli anni Novanta, che avrebbero influenzato un sacco di band oggi. Ma comunque anche 'Power Of The Damager' è stato un discone che faceva male, un po' meno il suo seguito, che aveva già segnato un passo indietro, bissato dal presente 'Ruining Lives'. A parte la copertina che potrebbe essere adatta ai Misfits al massimo, a parte il titolo da album dal vivo (e al primo ascolto siamo stati lieti di constatare il contrario), non si riscontrano particolari cedimenti o crolli verticali, sono solo un po' troppo melodici alcuni brani e la forma del riff non è più sottile e tagliente, bensì a grana grossa e spesso di "accompagnamento" rispetto alla voce. Non rasoiate profonde, ma cingolati in faccia. Il groove c'è sempre, quello non mancherebbe a Victor anche se suonasse con i bambini dello Zecchino D'Oro, così come il suo cantato si mantiene sempre su livelli ottimali, in una osmosi ottimale con la musica, in cui i suoi due compari mettono in scena un solidissimo trionfo meccanico, tra post trash e industrial. Tutte all'inizio le tre tracce più significative, in particolare "Windows Shut" che torna in parte all'hardcore newyorchese, il resto non brilla di chissà quale luce, al prossimo album avremo dimenticato la maggior parte di questi brani, ma si lasciano ascoltare molto volentieri, ma "Remove, Separate Self" è una ameba pseudo industrial-zuccherina che non possiamo ignorare per la sua bruttezza. Il fan intelligente non chiede certo di uscire necessariamente con un album ogni due anni, soprattutto in una fase avanzata della propria carriera, sarebbe opportuno che i Prong facessero i conti con quanto conviene loro un lavoro che si perde fra i tanti rispetto a un ipotetico disco davvero esplosivo che sia però più meditato nelle tempistiche.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web