You are here: /

POISON HEADACHE: Poison Headache

data

13/06/2016
73


Genere: Hardcore Metal
Etichetta: Metal Blade Records
Distro:
Anno: 2016

C'è vita dopo gli As I Lay Dying: questa è indicazione data prima dal debutto dei Wovenwar (in pratica la band al completo tranne il cantante, dietro le sbarre per aver assoldato un sicario per far fuori la moglie), e ora dal progetto hardcore metal di Phil Sgrosso. Un gruppo nato tra amici, inizialmente senza grosse pretese, che però in mezz'ora scarsa dimostra tutta la voglia di far bene, cioé prendere a craniate tutto ciò che gli sta attorno. 'Poison Headache' si presenta con una copertina da doom sacrificale e catacombale, e può sviare perché il contenuto è un ibrido corazzato che prende il classico sound Converge e lo metallizza all'ennesima potenza. Come se gli Entombed fossero nati e cresciuti presso la Deathwish Inc. Tutti i paragoni con i Wovenwar, autori tra l'altro di un grandissimo album nel 2014, vanno a farsi benedire. Sgrosso qui urla (coadiuvato da Kukta) e dà fiato a tutte le sue angosciose e più violente pulsioni, tanto che l'album si potrebbe essere l'espressione del suo lato oscuro, abissale in alcuni frangenti particolarmente efficaci, rallentati e atmosferici. Questo per dimostrare che non è solo questione di muscoli il genere suonato, ma anche cervello e saggezza nel dosare le forze. Suona bene 'The Dark Side Of Sgrosso'? No, per niente, ma il concetto è quello. Una pioggia di mattoni e tanta intensità, tanto per ribadire che gli Hatebreed oramai possono darsi alla briscola. Che i Poison Headache siano la risposta della Metal Blade ai "nuclearblastiani" Nails, che guarda caso hanno anche loro un disco in uscita in questo periodo?

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web