You are here: /

PERSECUTORY: Towards The Ultimate Extinction

data

16/08/2017
80


Genere: Black Metal
Etichetta: Godz Ov War Productions
Distro:
Anno: 2017

Non vorrei sembrare scortese, ma permettetemi di usare la parola supergruppo quando più mi piace nel modo anche meno rituale. Prendiamo il metal turco. Ultimamente i The Sarcophagous ci hanno deliziato con una perla di ortodossia tutta svedese ed ora arriva in redazione l'esordio dei giovani Persecutory. Vai a spulciare e ti trovi esperienze varie e incrociate dei musicisti coi brutalizzanti Inhuman Depravity (accasati presso Coyote Records), ma soprattutto una demo assassina con gli Horrocious, 'Noxkult' dei Nihil Kaos (il primo era così così), il fottutissimo e memorabile 'Baphopanzer of The Demonical Brigade' dei Sarinvomit. Fermiamoci un attimo riflettere. Ti chiami Sarinvomit e riesci a crearti il baphopanzer nel tuo pantheon di demoni? Allora meriti che -se ti accoppi con gente selezionata, come abbiamo visto- ti sia affibbiato l'onere e l'onore del supergruppo! Certo, senza perversione non si va da nessuna parte, come ben delineato nel primo brillante EP dei Persecutory, che sono stati ben attenti non cadere nell'opposto tranello, cioè suonare e cantare una chiavica dandosi del punk come negli Impuration (bassista e cantante ne sanno qualcosa). Non ho usato il termine supergruppo a sproposito perché in questi sette inni all'estinzione dell'umanità siamo ad un livello molto alto. Se ci fosse una scala per descrivere l'intensità della musica ivi contenuto saremmo al grado "christraping black metal". Siamo onesti: parlare di semplice black sarebbe riduttivo, perché la solennità e la mattanza sonica che si raggiungono sono proprie dei pezzi grossi Marduk e Mayhem, due facce della stessa medaglia, e qui sono puntellate con spruzzate di thrash e un pizzico ancor più ridotto di death in alcuni passaggi più possenti. Aggiungiamoci poi una tecnica solidissima da cui discende una fantastica varietà nei tanti cambi di ritmo e nella voce, che va da registri più bassi a scream folli, fino a tonalità depressive. La title track è da antologia con i suoi undici minuti di padronanza totale del campo del black metal. Se ci fosse stato un po' meno thrash in giro avrei potuto citare gli Inferno cechi come pietra di paragone, ma la verità è che si gioisce tantissimo per come vanno forte i Persecutory, per come sembrano avere -e in effetti hanno- uno zuccherino per tutti gli amanti dell'estremo, nessuno escluso. Cose turche in questo grandissimo esordio.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

16729532 10155212891844925 3954847479024016350 n

HARDSOUNDS FESTIVAL 2017
Traffic Live - Roma

Roma, 13 ottobre 2017. Per quest’anno si è voluto fare le cose in grande per l’organizzazione dell’Hardsounds Festival. Il supporto organizzativo dato da figure quali eRocks Production, MVO Concerti ed Hellfire Booking Agency ha fatto in modo...

Oct 19 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web