You are here: /

OVERTHROW: Adjust To Darkness

data

15/10/2012
80


Genere: Thrashcore
Etichetta: Indie Recordings
Distro:
Anno: 2012

E' bello quando non si riesce a definire univocamente una proposta musicale. Basta ascoltare i primi secondi della titletrack per capire tutto. Un riff quasi black metal innestato su una rullata da hardcore melodico, poi Entombed a volume altissimo. I norvegesi Overthrow sono solo all'esordio, ma sicuramente tra i gruppi più particolari e di qualità della Indie Recordings. Il loro metal mette seriamente in difficoltà lo scribacchino che cerca di carpirne i segreti, di estrapolare l'essenza dei loro brani e riordinarla in modo tale da poter offrire un quadro generale. Ma a cosa serve il povero recensore se questi qui incarnano una entità a sè totalmente devota ad un loro sound? Non possiamo certo dire che sia solo thrash metal, gli Slayer ad esempio si sentono sì e no nel riff iniziale di "Relapse", eppure è tutto così essenziale e urticante. Una delle peculiarità della band è una voce grossa che richiama gli Entombed di 'Wolverine Blues', ma di death metal se ne sente pochissimo. Un'anima americana emerge in "Let Them Fall", che sembra cadere nel metalcore, ma poi ci si riprende alla grande in un grandioso hardcore infarcito di assoli giganteschi in "Det Hellige Har Forlatt". Non pensate a roba adulterata e standard come quelli dell'ultimo Kreator, si punta a melodie cattive e stradaiole. Il mosh torna padrone in "Destroyeryouth", gli Overthrow sanno di aver allestito un album denso di idee e ancora in "Realpse" lasciano che il thrash iniziale si deformi in un maligno sludge per poi collassare. Siamo sazi? No, il peggio deve ancora venire, aspettiamo con le ossa rotte e con una fame da lupi il prosieguo dell'avventura degli Overthrow.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web