You are here: /

ORGANIC ILLUSION: Deception

data

06/09/2012
68


Genere: Groove Metal
Etichetta: Unsigned
Distro:
Anno: 2012

Zitti zitti, vuoi vedere che i marchigiani stanno diventando i più metallari d'Italia? Ennesima uscita di spessore da quelle zone, gli Organic Illusion sono solo all'inizio, ma si tratta del proverbiale esordio col botto. 'Deception' ha la durata ideale per dimostrare al mondo di cosa è capace una nuova band, senza peccare di presunzione (leggi: subito l'album), o di timidezza. L'iniziale "Hang'em By Their Own Balls" è il pezzo migliore del lotto, sparato subito per primo per annichilire l'ascoltatore: che ci possano appendere per le palle non ci riesce! Una canzone figlia del suono che nella metà degli anni Novanta suonava nuovo e strano a quelli campati solo col thrash "tu-pa-tupa", cioè il groove metal dei Pantera. Ciò che risalta all'orecchio è che non si va a cercare quasi per nulla la velocità, puntando su certi riff che sono pura dinamite e supportati da ritmiche ossessive e riuscite. Meno convincente il gruppo quando nel resto dell'EP aumenta la velocità (prendiamo ad esempio "Mind Control": senza quel rallentamento da capogiro, con una chitarra fangosa che si fa piacere al primo ascolto, sarebbe ben poca cosa). La voce di Giacomo è un misto delle esperienze di quegli anni, Rob Flynn incontra il Phil Anselmo dei tempi violenti di 'Far Beyond Driven', ma non dimentica una certa melodia cara a Zakk Wylde. Non manca una certa voglia di osare nella oscura e lunga titletrack, ma sono comprensibili anche scivoloni in territori più inflazionati ("Freedom In Cage" strizza pericolosamente l'occhio al metalcore). Decisamente claustrofobici, necessitano di suonare e di ampliare le loro influenze e poi, naturalmente, metterci qualcosa di personale.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web