You are here: /

NODE: Coward Empire

data

26/04/2016
78


Genere: Death Thrash Metal
Etichetta: Punishment 18 Records
Distro:
Anno: 2016

Quando esce un nuovo disco dei Node la curiosità è sempre tanta. Gary D'Eramo si trova sempre circondato da musicisti diversi, e questo sicuramente influenzerà la direzione presa di volta in volta, ma è proprio il genere che da un disco all'altro cambia - in modo più o meno radicale - e confonde le idee di chi vorrebbe musica senza un'anima, mentre questa è viva e pulsante. Non ci sono punti di riferimento, questo è chiaro. Ascoltate in fila il predecessore 'In The End Everything Is A Gag' e il nuovissimo 'Coward Empire': di quell'ibrido thrasharolo panteresco a metà tra Extrema e Devildriver non è rimasto praticamente nulla, sembra un gruppo diverso. E verrebbe da dire "per fortuna": non che il disco del 2010 non fosse buono, ma i Node sembravano meno "nodosi" in passato, meno in palla. Al sesto full length i Nostri aumentano il minutaggio di una decina di minuti abbondanti e tornano a bazzicare in territori death, pur mantenendosi sempre su vari livelli creativi, che vedono l'impiego di Seldon Hunt per la copertina (una marea di band dai Neurosis ai Sunn O))) agli Earth), ancora tanta rabbia e un nuovo bestiale cantante che non fa rimpiangere nessuno dei suoi predecessori in termini di brutalità. 'Coward Empire' guarda al periodo 'Das Kapital' con forze nuove e ritrovate, prendendo il cuore del death svedese e imbastardendolo ulteriormente, aggiungendo tonnellate di cemento al classico sound dei At The Gates e a quello un po' più moderno dei Soilwork. La apertura piena di groove di "StagNation" ci fa subito entrare nel nuovo mondo dei cari vecchi Node, condito poi da innumerevoli evoluzioni di tecnica e varietà compositiva: dalla grande tecnica infusa nel drumming al gusto per le melodie, grandi protagoniste sia nei riff serrati, sia nelle parti soliste. Attenzione alla fine del disco, con quella "The Plot Survives" che conferma quanto si diceva poc'anzi sulla ispirazione che pur rimanendo nell'estremo non riconosce confini. D'altronde stiamo parlando di un'entità che, sebbene in rinnovamento costante, è in giro da vent'anni e la professionalità del prodotto lo testimonia. Cosa meno ovvia è la continua genesi di idee che rendono la storia dei Node sempre più ricca di grandi lavori. È un caso che 'Coward Nation' esca a pochi giorni da 'The Downfall' dei Braindamage, ma questo ci fa pensare quanto ci mancheranno questi coriacei gruppi storici quando non ci saranno più. Chi prenderà il loro posto?

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web