You are here: /

NECRONOMICON: Rise Of The Elder Ones

data

10/06/2013
60


Genere: Death Black Metal
Etichetta: Season Of Mist
Distro:
Anno: 2013

Tornano i Necronomicon. "Quali?" direte voi. Noi oltre a fare spallucce non possiamo tacere, quando una decina di band ha lo stesso sputtanatissimo nome. L'attenuante è che questi sono tra i primi - o tra i più vecchi gruppi esistenti - ad usare quel monicker. Non sono i Necronomicon tedeschi, thrasher buzzurri, bensì quelli canadesi, alle prese con il loro quarto full length in una ventina d'anni di attività. La prolificità non è mai stata tra le loro caratteristiche principali, per fortuna, visto che la proposta non è connotata da grande originalità. Il paragone fatto dal promosheet della casa discografica parla di Suffocation e di metal sinfonico, per un ibrido che deve tanto al death metal quanto a certe atmosfere fosche e tetre del black metal, ma davvero poco a lavori morbosi come 'Pierced From Within'. Si fa fatica a trovare un brano che sia ispirato più degli altri, ma è la miscela nella sua totalità che funziona discretamente. Le chitarre non pensano minimamente di smuovere quanto fatto in passato da act come Behemoth (per il riffing death) o Dissection (melodie gelide), tanto che la varietà delle soluzioni cozza contro la scarsa inventiva. Il medio growl non è efficacissimo, nella sua monotonia; il drumming invece è incazzato al punto giusto e basato sulla doppia cassa. L'interezza dell'ascolto forse risulterà troppo pesante, se soppesiamo le idee con la durata effettiva. Abbiamo sentito di meglio ultimamente in un campo affine, quello degli Azrath-11, tanto che i canadesi possono solo vantare di aver confermato le proprie competenze, ma null'altro. La prevedibilità delle tastiere è il punto più basso di 'Rise Of The Elder Ones', mentre gli assoli in generale sono al top. La produzione fredda e impersonale non aiuta a trovare il giusto feeling, tanto che l'ascolto è consigliato soltanto ai più tolleranti fan dell'estremo, quelli che non si spaventano per un suono troppo pulito, come questo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ministry sez

MINISTRY
Villa Ada - Roma

Il concerto dei Ministry è stato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate alternativa romana (se la memoria non ci inganna la prima volta nella capitale per gli americani), in concomitanza con l’uscita del nuovo disco che li ha visti to...

Sep 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web