You are here: /

NECRODEATH / CADAVERIA: Mondoscuro

data

10/12/2016
60


Genere: Thrash Metal, Black Gothic Metal
Etichetta: Black Tears Of Death
Distro:
Anno: 2016

Spesso si dice, per non scontentare troppo il musicista di turno e specie se questo è particolarmente permaloso, che il disco è "solo per fan". Nel caso di questo split molto intenso tra Necrodeath e Cadaveria è sostanzialmente così, ma la faccenda è più complessa. I rapporti tra le due band sono strettissimi, basti pensare non solo ai due membri in comune (Flegias e GL non sono altro che Marcelo Santos e Peter Dayton), ma anche alla permanenza dei cantanti dei due gruppi, per tutti gli anni Novanta, all'interno degli Opera IX. E poi il titolo stesso del disco è un chiaro richiamo allo storico progetto Mondocane che proprio i Necrodeath portarono avanti con gli Schizo e culminato con un grandissimo album nel 1990. Insomma, parlare di semplice album con una manciata di pezzi per ogni gruppo coinvolto è un po' riduttivo, sebbene dal punto di vista qualitativo siamo lontani sia dal lavoro appena citato e ci avviciniamo nello spirito a quanto fatto dai Bulldozer e dai Death SS nel vinile del 2014. Non è un mistero che Cadaveria e Necrodeath piacciano e soprattutto che si piacciano, ma la prova regina è data dalla reciproca coverizzazione che apre 'Mondoscuro'. Un po' ci sembra di essere lì, in sala prove, mentre ognuno prova il pezzo dell'altro e col minimo sforzo lo rende abbastanza personale. Troppo radicale è dire che "Mater Tenebrarum" non si tocca? Il trattamento dei Cadaveria le rende comunque giustizia. "Spell" invece è addirittura migliorata negli arrangiamenti, e da estimatore di 'The Shadows Madame' e 'Far Away from Conformity' non è stato facile ammetterlo. La sfida degli inediti la vince "Dominion of Pain", principalmente perché "Rise Above" dei Necrodeath ha poco mordente, e non è solo questione di velocità, manca proprio la cattiveria, cosa invece presente in abbondanza nell'ultimo di Peso e compagnia, ovvero 'The Seven Deadly Sins'. "Dominion of Pain" non è la miglior canzone scritta dai Cadaveria, ma si posiziona decisamente in alto rispetto a quanto fatto in 'Horror Metal' e in 'Silence'. Uno pari e palla al centro. Con due cover davvero lontane tra di loro (Type 0 Negative e Beatles), sicuramente il piatto forte di 'Mondoscuro', arriva il novantesimo e la fine della partita. Il brano tratto da 'Bloody Kisses' ha di per sé una carica morbosa impressionante, qui amplificata nel suo aspetto orrorifico. Il classico "Helter Skelter" è diventato una collezione di pugnalate senza respiro e i Fab 4 ne rimarrebbero secchi. Terminata la mezz'ora dell'ascolto cosa resta? Due cover nel complesso positive, che filano lisce, e un inedito non troppo esaltante per ciascuno. Comprare 'Mondoscuro' potrebbe significare sia supportare i due gruppi coinvolti (cosa buona e giusta), sia spingere verso la creazione di ulteriori capitoli condivisi di questa fattura, che invece non rendono bene l'idea della caratura di queste due infernali maestà e annacquano la loro discografia.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web