You are here: /

MY TIN APPLE: THE CROW'S LULLABY

data

29/08/2013
72


Genere: Alternative Metal Rock
Etichetta: Fuel Records
Distro: Self
Anno: 2013

Cambiare volto in un paese come il nostro di solito conviene, ed è quello che devono aver pensato i toscani My Tin Apple quando hanno deciso di mollare il death metal ed il vecchio monicker Overfaith, con cui avevano inciso un dvd ed un album, e spostarsi verso un rock-metal alternativo dall'immaginario molto ricalcante le visioni di Tim Burton. Se la scelta potrà pagare, solo il tempo ce lo dirà, nel frattempo resettiamo tutto quello che riguarda l'estremo passato e cerchiamo di capire cosa voglia dire "Tin Rock", ovvero la definizione che si é ricalcata la band. La scelta di dare una definizione del tutto nuova alla musica proposta può sembrare sfrontata e presuntuosa, ma allo stesso tempo coraggiosa: pensate se di fronte ad una dichiarazione d'intenti del genere, sopratutto di questi tempi, ne derivi una delusione epocale, cosa potrebbe succedere? Noi possiamo anche fregarcene e dire che 'The Crow's Lullaby' non è un disco che farà gridare al miracolo, ma perlomeno cerca con molta buona volontà di proporre musica in effetti non molto comune, magari slegata dal metal a tutto tondo e, per chi scrive non è solo un bene ma una necessità, tutto sta a vedere se dopo la dichiarazione ne consegue qualcosa di concreto. In effetti del death metal della precedente incarnazione non c'è più traccia, solo qualche chitarra un po' spavalda qua e là come in "Here" e nella successiva "Snow White", in cui però a farla da padrone sono i synth e la particolarmente ispirata voce di Gianluca Gabriele, il quale si rifà alle voci arabeggianti che pervadono i dischi di Orphaned Land e Nightfall, ma che a tratti ricorda il Chris Isaak del tormentone "Wicked Game". Particolari sono anche la title track con quel cantato a cappella dal sapore appunto mediorientale, e "Sequoia" che riesce ad ammaliare anche senza elettronica, ma solo con voce, cori e chitarra acustica. Poi lungo tutta la durata del cd sii alternano momenti più potenti come in "Pixel" e "Dalì", ma l'ispirazione si alza solo nella fiabesca, sia come musica che come testo, "Alice", e nella bellissima e completa "I Have Seen A Lie", di cui è stato girato un video già presente nel nostro database. In sostanza, se questo è il "Tin Rock" di cui parla la band, assomiglia molto ad un metal moderno dalle varie sfaccettature, ma ci sentiamo di promuovere, magari non a pieni voti, lo sforzo della band di dare una bella spolverata ad un panorama sempre più standardizzato!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aromysez

ARMORY
Plan B - Malmö

Con le restrizioni causa Covid-19 che si inaspriscono (niente alcool dopo le 22 e numero massimo di partecipanti ridotto all'indomani dell'evento da 50 a 8), questo in esame potrebbe essere stato l'ultimo appuntamento del genere per chissà quanto t...

Nov 26 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web