You are here: /

MERRIMACK: Omegaphilia

data

10/06/2017
80


Genere: Black Metal
Etichetta: Season of Mist
Distro:
Anno: 2017

I Merrimack che si accasano alla Season of Mist rappresentano un cerchio che si chiude, dopo un lungo vagare tra Elegy, Moribund e addirittura AFM Records, quest'ultima conosciuta oggi più per il power metal che per altro. Detto così sembrerebbe una sorta di benvenuto al cimitero degli elefanti, ne sono consapevole, ma non è così, è piuttosto il coronamento di una carriera molto lunga, quasi sempre nell'ombra e con la forza oscura di album che almeno da 'Of Entropy...' sono stati sempre più riusciti. 'Omegaphilia' era abbastanza atteso dai fan della band perché cinque anni non sono pochi e 'The Acausal Mass' del 2012 ancora ha cartucce da sparare, così come 'Grey Rigorism'. Longevità è la parola d'ordine, non produttività scriteriata. Il nuovo disco poteva anche essere una paraculata perché annunciato come un ritorno agli anni Novanta. E uno può benissimo sentirsi preso in giro per un'attesa quinquennale ripagata con un prodotto a bassa definizione. Ciò non avviene perché 'Omegaphilia' sarà anche più semplificato e diretto dei titoli enunciati fino ad ora, ma quando i Merrimack partono son dolori. Con un batterista come Blastum, protagonista anche dei mostruosi esordi su full length di VI e Ritualization, non poteva essere altrimenti. La formazione è la stessa di 'The Acausal Mass', i risultati in termini qualitiativi anche, è il modo in cui sono conseguiti che è parzialmente diverso. La produzione è meno affilata, frutto di mix e mastering fatti a regola d'arte, e le canzoni create non sono così dissonanti e contorte come nel predecessore. Si mantiene un buon flusso di idee dall'inizio alla fine, senza strafare - come sempre per i Merrimack - e senza andare a scomodare chissà quali paragoni coi big della scena francese: essere un gruppo di seconda fascia per importanza storica (ma solo per quello!) non deve essere preso come una colpa terribile, è un dato di fatto. Su quello si innesta un ottimo disco di black transalpino più nello spirito che nella sostanza, mai domo nella già sottolineata assenza di colpi di genio, molto dinamico sia nei suoni che nel susseguirsi di riff che vanno dal maligno all'ipnotico, i cui punti di forza sono i dettagli e la capacità di riscrivere la tradizione. Un mero follower del trend inaugurato da Deathspell Omega e compagnia non scrive un brano come "At the Vanguard of Deception", mi spiego? Assieme a 'Terra Damnata' dei Nightbringer, 'Omegaphilia' è puro midollo di black metal in questo scorcio di 2017.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

16729532 10155212891844925 3954847479024016350 n

HARDSOUNDS FESTIVAL 2017
Traffic Live - Roma

Roma, 13 ottobre 2017. Per quest’anno si è voluto fare le cose in grande per l’organizzazione dell’Hardsounds Festival. Il supporto organizzativo dato da figure quali eRocks Production, MVO Concerti ed Hellfire Booking Agency ha fatto in modo...

Oct 19 2017

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web