You are here: /

MEMORIAM: For The Fallen

data

21/04/2017
65


Genere: Death Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Distro:
Anno: 2017

Quel riff. Quel suono. Anche se l'introduzione è abbastanza inutile, una sorta di zerbino spesso, si sente che siamo a casa, ossia in trincea. Si scrive Memoriam, si legge Bolt Thrower. Dal punto di vista musicale è una storia già sentita con Heaven & Hell/Black Sabbath e Hail of Bullets/Asphyx, ma solo per quel profilo. I Memoriam sono un tributo alla figura di Martin Kearns dei Bolt Thrower, scomparso due anni fa, di cui fanno parte il cantante e il batterista originario, ma la cui mente creatrice è il tipo dei Cerebral Fix, Scott Fairfax, con l'aiuto del bassista dei Benediction. Willets non registrava da oltre dieci anni ('Those Once Loyal' è del 2005), Whale aveva lasciato i BT nel 1995, e poteva per questo andare male su tutti i fronti (vedi Blood Feast, quarte linee del thrash tornate dopo diversi decenni). Invece 'For The Fallen' è un onorevole ritorno sulle scene ad opera di chi la storia di certo death metal lento, massiccio e battagliero l'ha fatta in prima linea. Onesto, ciccioso, ma non stupefacente, né sconquassante perché ovviamente anche se lo stile è quello, gli autori di 'Warmaster' sono altri e forse insistere su sette lunghi brani (più la già criticata parte introduttiva) ha limitato l'impatto. Si è cercato di raffigurare qualcosa di più lento e solenne, come da ottima copertina di Dan Seagrave, con scelte in sede di produzione che hanno generato musica semplice, bella corposa e tuttavia non tagliente o deflagrante. Il brano particolare che cerca di dissipare un po' l'aria di leggera monotonia è "Corrupted System", dall'anima punk, che non doveva certo durare sei lunghissimi minuti. Un po' di ruggine è comprensibile, così come un eccessivo portamento ingessato. Fa un'ottima figura Karl Willets, che dimostra ancora una buona tenuta nonostante il mezzo secolo sul groppone (Chris Barnes, prendi nota, per cortesia). Già dal prossimo lavoro potremo sentirne delle belle, magari curando di più i piccoli dettagli che possono rendere speciali i singoli brani.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

  • Igor

    Che brutta fine la voce di Karl Willets

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web