You are here: /

MARTIRIA: ROMA S.P.Q.R.

data

15/11/2012
75


Genere: Epic Metal
Etichetta: My Graveyard Production
Distro:
Anno: 2012

I Martiria nascono nel lontano 1987, ma solo grazie al rinnovato interesse intorno all'epic metal risfociato anche nel belpaese intorno alla fine degli anni novanta, vedi Domine e White Skull, il buon Andy Menario riforma la band, coadiuvato da nuovi musicisti tra i quali spicca Rick Anderson, ex cantante dei fenomenali Warlord , fonte primaria di ispirazione per il gruppo romano. Dopo quattro album insieme al singer americano, Andy & C. decidono di dare maggiore importanza all'aspetto live, cosicchè si richiede l'aiuto di un singer di casa nostra e la separazione da Rick che può così rientrare nei Warlord, ed ecco che nel settembre di quest'anno esce il primo vagito discografico con Freddy alla voce. 'Roma S.P.Q.R.' è chiaramente riferito alla storia della capitale, é sufficiente leggere i titoli per rendersene conto. Il nostro compito é però quello di commentare il contenuto musicale del cd in primis, e poi magari di tutto quello che fa da compendio, quindi teniamo conto della validità storica delle lyrics scritte da Marco Roberto Capelli, praticamente il quinto elemento della band e svisceriamo questo quinto album della band capitolina. Capiamo da subito che non sarà una cosa semplice a causa alle molte sfaccettature che assume di volta in volta il sound dei Martiria, e che se non fosse per i testi e per i diversi ponti narrato/strumentali, dall'iniziale "Nihil Aliud Quam Superstitione" fino a "Are You Afraid To Die?, non si penserebbe persino a musica eseguita dallo stesso gruppo; si passa difatti da bordate metal del calibro di "The Scourge of God" e "Spartacus", a pezzi di tutt'altro fattura come la possente "Callistus Wake", la particolare "Tale of Two Brothers", la doomeggiante, forse anche per l'argomento trattato, ovvero l'impero romano d'oriente, "Byzantium", ed anche "The Northern Edge", dove si sentono passaggi sullo stile dei Death SS del periodo 'Do What Thou Wilt". Solo con "Hannibal (Sons of Africa)" ed "Elissa"" si riesce a scorgere quelli che sono stati i Martiria degli album precedenti, con cori e tastiere altisonanti. Per concludere, non si può non parlare di Freddy e della sua prestazione vocale, che é indubbiamente diversa da quella del suo predecessore, indubbiamente grintosa, ma con evidenti limiti di estensione, cosa che per alcuni gruppi epic è proprio la palla al piede che non ha mai permesso loro di decollare, e temiamo che sia così anche per i Martiria!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dks

DIE KRUPPS
Babel - Malmö (Svezia)

Poteva essere una serata infausta quella del 6 dicembre per i Die Krupps a Malmö: il giorno dopo era in programma il festival annuale ElectriXmas, praticamente l´evento principale della regione per EBM, Dark Electro e Synth Pop. Ma a giudicare dall´a...

Jan 9 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web