You are here: /

LORD AGHEROS: Nothing At All

data

09/10/2016
58


Genere: Gothic, Black Metal, Ambient
Etichetta: My Kingdom Music
Distro:
Anno: 2016

L'ultimo disco di Lord Agheros che mi è veramente piaciuto risale al 2008. 'As A Sin': un oscuro viaggio nella mente e nell'anima di Gerassimos Evangelou. Il progetto aveva ancora molto del black metal primordiale degli Ulver, gli elementi gotici erano presenti, ma non invadenti. In seguito le nostre strade si divisero, le uscite successive spingevano ulteriormente verso sezioni orchestrali, atmosferiche, folcloristiche. Il tutto con una sobrietà che molte altre band non hanno. Ciò che mancava era una direzione precisa, uno scopo. Gli effetti amatoriali di 'Of Beauty and Sadness', l'interminabile 'Demiurgo' con tutto il comparto sinfonico... Non rendevano giustizia né alla My Kingdom Music, né a quello che avevo apprezzato in 'As A Sin'. L'ascolto di 'Nothing at All' è quindi una prova per me, ma anche e soprattutto per Evangelou. Per capire e per sperare che ci fossero progressi. Il quinto parto di Lord Agheros è ancora una volta lontano dal classico black metal, anzi, se proprio bisogna parlare di metal potrebbe essere del post metal molto atmosferico che è portato avanti con lo spirito e i mezzi di una one man band. L'unica vera concessione all'estremo è presente in "Idiocracy", in cui fanno capolino dei discorsi che sono ben noti alla Storia. Si sono fatti passi in avanti dal punto di vista della produzione, ma la batteria è sempre troppo meccanica e non nobilita il buon lavoro fatto in "The Day To Die", "Life and Death" e soprattutto "Lake Waters", con l'ospitata della cantante dei Lenore S. Fingers (già presente in un pezzo di 'Demiurgo', non a caso anche lì uno dei migliori). Volendo fare un paragone col predecessore, non abbiamo per fortuna le lungaggini che lo penalizzavano. Qui il comparto strumentale è sintetico e ben amalgamato, se escludiamo come detto la batteria. Grande pathos scaturisce dal pianoforte, forse la prestazione migliore della carriera di Lord Agheros. L'atmosfera è decadente al punto giusto, ma si sente che si potrebbe fare di più dal punto di vista emotivo. Quanto al sound molto spartano si tratta evidentemente, dopo cinque album e dopo che la tecnologia ha aperto porte in precedenza chiuse ai solitari del metal, di una scelta personale che se da un lato evidenzia la libertà dell'artista, dall'altro non permette all'ispirazione di Evangeou di trovare pieno compimento. Ci siamo quasi, basta solo ripartire dalle cose buone fatte fino ad ora e svilupparle senza dispersioni. 

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web