You are here: /

LEAVES' EYES: Symphonies of the Night

data

18/11/2013
65


Genere: Symphonic Power Metal
Etichetta: Napalm Records
Distro:
Anno: 2013

Smettete di fissare il centro della copertina, per favore! Ora che abbiamo la vostra attenzione, concentriamoci su questioni meno tangibili di un seno prosperoso ma comunque di una certa importanza. La prima riflessione è che l'amore è una cosa bellissima, quello coniugale ancora di più, ma se a causa di questo abbiamo avuto dimezzato il potenziale degli Atrocity e riempito il panorama musicale con due band "monche"... Beh, un po' ci dà fastidio. La seconda è che per forza di cose i dischi dei Leaves' Eyes e della già citata band olandese iniziano ad avere più di qualcosa in comune, oltre ai musicisti coinvolti. Semplici lontane assonanze per ora, ma continuare a sentire il growl di Alex Krull immerso nel metal sinfonico ci fa un po' specie, mica è un Marco Hietala qualsiasi. In ogni caso, la bella Liv ci riprova, mette leggermente da parte il folk (che era stato importante in 'Meredead') e torna a far brillare la sua ugola. Nulla da eccepire, aveva una voce che ti faceva brillare gli occhi già con i Theatre of Tragedy e ancora ora è tra le cantanti più rappresentative del genere. Il fatto è che pezzi smaccatamente alla Nightwish come la opener non rendono giustizia alla band e alla stessa signora norvegese. Troppo stupidini, troppo spompato il duello donzella/bestia in growl, musica in secondo piano rispetto alle linee vocali (ci caschi il cielo in testa se quelle di questo brano non ci ricordano i Portishead!). Quando intervengono strumenti tradizionali e la vena folk torna in superficie, il power dei Nostri è maggiormente coinvolgente. Che ci vuole a valorizzare gli strumenti? La risposta è "Hymn To The Lone Sands" e le chitarre finalmente protagoniste. Il power più puro è contenuto in "Éléonore de Provence", così ogni campo del metal è coperto. Quello che vorremmo è che l'attenzione fosse concentrata su un punto, perché ancora una volta i Leaves' Eyes non sono decisivi e sono solo una normale female fronted band, in cui il povero marito deve per doveri coniugali urlare qui e lì.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Eoe

EAST OF ELI ft. CHYLER LEIGH
Traffic Live Club - Roma

Nel giugno 2017 avevamo avuto il piacere di assistere al primo concerto in Italia di East Of Eli (aka Nathan West) con la partecipazione di Chyler Leigh (Alex Denvers in Supergirl). Un anno dopo, il ritorno a Roma per EoeXtour

Jun 15 2018