You are here: /

IVAR BJORNSON & EINAR SELVIK: Skuggsjá

data

08/04/2016
85


Genere: Pagan Metal
Etichetta: Season of Mist
Distro:
Anno: 2016

Era il 2014 quando a Ivar Bjørnson (Enslaved) e Einar Seivik (Wardruna) fu commissionata questa pièce musicale per il duecentesimo anniversario della Costituzione norvegese, in occasione di un festival in patria. Qualche tempo dopo i due hanno ritenuto che la cosa non dovesse fermarsi lì, e la performance è stata poi riprodotta in studio, tanto che oggi 'Skuggsjá' è finalmente tra noi. Con il contributo di qualche amico delle band madri e grazie a un'ispirazione a livelli altissimi, il pagan metal ha un nuovo caposaldo. È un lavoro che ti entra dentro e condiziona le tue azioni, che si fa un baffo delle pur gradevoli atmosfere dei Wardruna e le migliora, le potenzia, le esalta con chitarre metal che devono tanto agli Enslaved più risalenti, e si scatena subito la tempesta di neve. Era troppo tempo che un disco non ci faceva congelare, emozionare e esaltare in questo modo, altro che la plastica di Abbath. Non è solo metal, gli epici cori nordici sono la base, i riff grezzi solo un accessorio: di prim'ordine, ma sempre un accessorio rispetto al contesto, più meditativo e con atteggiamento di attesa, di racconto. Siamo sicuri che anche se fosse estirpato il metal, l'album brillerebbe di luce propria, la luce del Sole che splende sul ghiaccio e l'acciaio di antichi guerrieri. Da fare ascoltare a chi pensa che dopo gli Ensiferum e i Finntroll (che Odino ci perdoni per aver citato tali indegnità) non ci sia nulla, quando al contrario le cose interessanti iniziano proprio al di là del lustrini di persone che pensano troppo alla propria acconciatura e alle spade giocattolo. Tanti mid tempo, melodie rudi che rimangono impresse nella loro semplicità, ritualità e oscurita veicolano una rassegna (da approfondire sempre) sulle radici e sulla riappropriazione dei propri simboli dell'epoca vichinga. L'antico mondo emerge in modo prorompente e decisivo grazie a due uomini di oggi che, nonostante due carriere musicali già avviate, riescono ancora a creare paesaggi sonori del tutto stupefacenti. Uno dei rari casi in cui la somma (già di per sé consistente: non siamo qui a citare i tanti capolavori degli Enslaved) non fa il totale, ma lo supera in eccesso. Da non perdere.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aromysez

ARMORY
Plan B - Malmö

Con le restrizioni causa Covid-19 che si inaspriscono (niente alcool dopo le 22 e numero massimo di partecipanti ridotto all'indomani dell'evento da 50 a 8), questo in esame potrebbe essere stato l'ultimo appuntamento del genere per chissà quanto t...

Nov 26 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web